Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Corso Giacomo Matteotti

Pontedera, occupazione suolo pubblico: una sperimentazione lunga quattro anni

E' stato presentato martedì mattina durante una conferenza stampa il nuovo regolamento che prevede la possibilità per bar e ristoranti di collocare strutture fisse all'interno del Centro Commerciale Naturale. Giovedì l'incontro con gli esercenti

I rendering delle strutture

Dall'ascolto degli esercenti alla nuova sperimentazione per l'occupazione del suolo pubblico. Dopo le polemiche dei mesi scorsi, l'amministrazione comunale si è rimboccata le maniche per stilare la bozza di regolamento che entrerà in vigore il prossimo 15 marzo e che durerà 48 mesi. Quattro anni in cui il centro storico di Pontedera potrà essere ridisegnato da strutture di due tipologie: leggere e pesanti. Giovedì il regolamento verrà illustrato ai commercianti, poi il passaggio, il 24 febbraio, in Consiglio Comunale e il via appunto a metà del prossimo mese. "Abbiamo voluto dare seguito all'impegno preso di modificare il vecchio regolamento sull'occupazione del suolo pubblico - ha affermato il sindaco Simone Millozzi durante la conferenza stampa di presentazione - quello che mi preme sottolineare è la grande apertura che abbiamo avuto nei confronti degli esercenti. C'è sempre stata la volontà di andare incontro alle esigenze manifestate dalle associazioni di categoria e questa sperimentazione è il risultato".

"La nostra è un'amministrazione che non si arrende alla crisi economica e che vuole mettere in condizione i commercianti di lavorare al meglio - ha affermato il vicesindaco Angela Pirri che si è occupata in prima persona della stesura del regolamento - dopo questi quattro anni vedremo se il progetto avrà funzionato, altrimenti faremo un passo indietro".

COSA PREVEDE. Il regolamento fissa come perimetro di applicazione il Centro Commerciale Naturale di Pontedera con la possibilità di collocare due diverse tipologie di strutture per 12 mesi all'anno. E' prevista una tipologia più robusta ad esempio nelle strade laterali, mentre più leggera su Corso Matteotti ma anche in Piazza Martiri della Libertà, zone in cui la maggior presenza di bar e locali esige una maggior snellezza per evitare un impatto visivo eccessivo. Le strutture dovranno essere collocate davanti al locale; qualora ciò non sia possibile, con il benestare della Polizia Locale, sarà permessa la collocazione anche nelle immediate vicinanze. La grandezza dei gazebo sarà pari al 70% della superficie interna dell'esercizio, e comunque potrà oscillare, a discrezione del commerciante, da un minimo di 10 ad un massimo di 40 mq. Infine gli esercenti dovranno decidere subito se aderire oppure no, anche se avranno tempo fino a gennaio 2016 per adeguarsi con le nuove strutture. Coloro che rinunceranno alla sperimentazione seguiranno il vecchio regolamento. rendering strutture Pontedera 1-2

"Abbiamo stabilito a quattro anni la durata della sperimentazione perchè vogliamo dare il tempo a chi investe soprattutto nelle strutture più pesanti, che hanno un costo di 700 euro al mq, di poter ammortizzare le spese - ha affermato il vicesindaco Pirri - inoltre siamo andati ulteriormente incontro ai commercianti, visto che non dovranno pagare gli oneri di costruzione e, in caso di occupazione delle strisce blu del parcheggio a pagamento, sarà la stessa amministrazione comunale a pagare il dovuto a Siat". Resterà invariato il canone per l'occupazione del suolo pubblico (pari a 0,495 euro/mq), perchè, come ha sottolineato ancora Pirri, "abbiamo fatto un confronto con altri Comuni e non è vero che Pontedera è più cara, siamo ampiamente nella media".
Dalla riunione con gli esercenti in programma giovedì, "ci aspettiamo un confronto costruttivo sulla sperimentazione che presentiamo - conclude Pirri - siamo aperti a recepire le osservazioni dei presenti, anche se ci sono aspetti immodificabili come ad esempio il fatto che le strutture non possono essere tutte pesanti". A stabilire la corrispondenza strada/tipologia ci penserà la Polizia Locale sulla base del rispetto della sicurezza veicolare, pedonale, ciclopedonale e del passaggio dei mezzi di sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, occupazione suolo pubblico: una sperimentazione lunga quattro anni

PisaToday è in caricamento