Covid-19: alla Stella Maris studio dell'impatto sui bimbi con disturbi neuropsichiatrici

La ricerca ha carattere nazionale e coinvolgerà centinaia di famiglie

L’Irccs Fondazione Stella Maris di Calambrone avvia da oggi, 27 aprile, uno studio che coinvolgerà centinaia di famiglie per valutare l’impatto che l’emergenza Covid-19 ha avuto sui bambini e sugli adolescenti con problematiche neuropsichiatriche, sia sul piano psicologico, che sulla possibilità di proseguire almeno in parte le cure. E’ il primo studio rilevante per ampiezza, profondità e specificità che si realizza in Italia per indagare gli effetti del lockdown su questa parte debole della società.

Per condurre lo studio c’è bisogno dell’aiuto di tutte le famiglie disponibili a dedicare un po’ del loro tempo a compilare online i tre questionari utili a capire come aiutare tutti i bambini, i ragazzi  e le loro famiglie durante e dopo l’emergenza.

Lo studio fa parte dell’inchiesta 'EACD COVID-19 Survey-Families', promossa in questi giorni in più di 30 paesi dalla European Academy of Childhood Disability. Le informazioni, le opinioni e le proposte che le mamme e i papà forniranno saranno preziose per conoscere e dare evidenza alla loro situazione, con la fondata speranza che possano tradursi in proposte concrete per migliorare i servizi resi ai bambini e alle loro famiglie.

L’inchiesta sarà sviluppata d’intesa con i direttori delle tre Unità Operative cliniche dell’Irccs Fondazione Stella Maris (Neurologia e Neuroriabilitazione, prof. Giovanni Cioni, Psichiatria, prof. Filippo Muratori, Psichiatria e Psicofarmacologia, dr. Gabriele Masi) e tutti gli specialisti che vi lavorano. Sarà condotta dai medici in formazione della Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria infantile dell’Università di Pisa, diretta dalla prof.ssa Roberta Battini, che ha sede presso l’Irccs.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo studio non ha limitazioni geografiche: è aperto a tutte le famiglie italiane con bambini e ragazzi con disturbi neuropsichiatrici. Aderire al progetto è molto semplice, basta collegarsi al link del questionario. Per informazioni è presente la pagina Facebook dell'Irccs, la mail specializzandi@fsm.unipi.it o il form per chiedere informazioni sul sito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, crescono i contagi: 755 nuovi positivi

  • Una delle pizzerie più buone d'Italia: Gusto al 129 premiata da Gambero Rosso

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus, 581 nuovi casi in Toscana: un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus nel pisano: 39 casi a Pisa, 26 a Cascina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento