Cronaca

Ac Pisa 1909: offerte entro il 17 novembre, ma intanto Dana si ritira

Sembra esserci una defezione tra i quattro pretendenti all'acquisto della società nerazzurra. Intanto la Lega Serie B mette a disposizione in una 'Data Room' la documentazione per la due diligence

Pablo Dana all'Arena Garibaldi
E' fissato a giovedì 17 novembre il termine per presentare le offerte vincolanti di acquisto dell'Ac Pisa 1909, accompagnate dalle relative garanzie finanziarie. E' quanto comunica la Lega Serie B che ha predisposto una cosiddetta 'Data Room', all’interno della quale i soggetti interessati all’acquisizione della società nerazzurra possono visionare tutti i documenti necessari allo svolgimento della due diligence.

La 'Data Room' si chiuderà lunedì 14 novembre alle ore 12:00.
All'interno è presente la documentazione relativa a:
 
- rapporti con i lavoratori (Dati relativi a dipendenti e collaboratori, comprensivi di stipendi e rimborsi arretrati, dati relativi a emolumenti tesserati, costo generale del lavoro s.s. 2016/2017 relativo a calciatori, staff tecnico, staff medico, dipendenti, collaboratori, settore giovanile, ivi compreso elenco contratti in essere);
- rapporti con l’Erario (Prospetto riferibile ai debiti tributari (IVA, IRAP) e relativi accordi di rateizzazione con Agenzia delle Entrate);
- rapporti con le banche (Scheda di sintesi Centrale Rischi, riepilogo c/c intestati alla società, ivi compresi movimenti bancari, riepilogo assegni in scadenza);
- rapporti con LNPB (Tabulato conto trasferimenti, estratto conto campionato);
- rapporti con clienti e fornitori (Riepilogo relativo a crediti vs clienti, debiti vs fornitori, contratti con clienti e fornitori, ivi compresi contratti di locazione e con sponsor tecnico, convenzione stadio);
- vicende societarie pregresse e ai rapporti contrattuali inerenti;
- gestione societaria (Verbali dell’Assemblea dei Soci e verbali del Consiglio di Amministrazione, bilanci e rendiconto economico previsionale).
 

Intanto sul fronte degli interessati sembra profilarsi il ritiro del fondo di investimento Sportativa, rappresentato da Pablo Dana, al centro del lungo tira e molla con la famiglia Petroni nello scorso mese di agosto, una trattativa estenuante che alla fine si era conclusa con un nulla di fatto. Quando poi il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi era entrato in gioco in prima persona per raccogliere le offerte di acquisto da parte di interessati, la cordata di Dana si era riaffacciata. Ora dunque ci sarebbe il dietrofront, non però ufficializzato dal fondo di Dubai. I
n gioco resterebbero così il gruppo Magico srl della famiglia Colombo, Ipm del Gruppo Ruggeri e la Gunther Reforme Holding spa di Maurizio Mian, anche se l'ex presidente nerazzurro avrebbe sottolineato la volontà di entrare nel Pisa eventualmente di supporto ad un gruppo principale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ac Pisa 1909: offerte entro il 17 novembre, ma intanto Dana si ritira

PisaToday è in caricamento