Cronaca

Università, test d'ingresso: studenti contro il numero chiuso di Medicina e Chirurgia

Si sono svolti martedì mattina i test d'ingresso per il corso di laurea, con a Pisa 1650 studenti per 254 posti totali. Le organizzazioni studentesche nazionali hanno svolto manifestazioni in tutta Italia, al Rettorato appeso uno striscione

Nella giornata di oggi si sono tenuti i test d'ingresso per il Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia, sistema di limitazione che per le organizzazioni studentesce rappresenta una barriera all'accesso all'Università. Sono oltre 60mila in Italia gli studenti interessati su 9500 posti disponibili (500 in meno rispetto l'anno scorso).

A Pisa i numeri parlano di 1650 richiedenti per 242 posti in Medicina e Chirurgia, 12 in Odontoiatria e protesi dentaria. Link-coordinamento Universitario, l'Unione degli Studenti e la Rete della Conoscenza hanno manifestato presso i principali poli universitari del Paese. In città 'Sinistra per...' e 'Officina-UdS Pisa' hanno eseguito un'azione dimostrativa presso il Rettorato appendendo uno striscione.

"E' evidente - scrivono in una nota - come dopo due anni di promesse da parte della ministra Stefania Giannini niente sia cambiato. In un sistema in cui il diritto allo studio è malfunzionante e i costi per mantenersi sono sempre più alti, i test d'ingresso per il numero chiuso rappresentano l'ennesima barriera per accedere all'Università".

La denuncia prosegue: "Il numero dei posti messi a bando, come allo stesso tempo quelli delle scuole di specializzazione, non è scelto rispetto al fabbisogno futuro, ma solo sulle previsioni di spesa: si prevedono infatti nei prossimi dieci anni molti più pensionamenti rispetto a quelle che saranno le immissioni in ruolo: ciò comporterà una carenza di medici su tutto il territorio nazionale diminuendo ulteriormente la qualità del nostro sistema sanitario, già deteriorato dagli ulteriori tagli alla Sanità annunciati da Renzi".

"Proprio per queste ragioni - chiude il comunicato - rivendichiamo un'Università libera e aperta per tutte e tutti, un'Università che sia senza barriere, un libero accesso ai saperi che ad oggi non ci viene garantito, ripetendo ancora che il numero chiuso non è salutare!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, test d'ingresso: studenti contro il numero chiuso di Medicina e Chirurgia

PisaToday è in caricamento