Cronaca

Turismo e promozione: la Torre di Pisa in alabastro vola a Dubai

Sarà in mostra fino al 27 aprile al Meydan Hotel. Lo scopo è quello di promuovere le eccellenze del territorio pisano nel mondo

Il progetto 'La Torre di Pisa in Giappone e negli Emirati Arabi', pensato e sostenuto da Toscana Promozione Turistica, Camera di Commercio di Pisa, Comune di Pisa e Comune di Volterra, fa tappa a Dubai. E' stata infatti inaugurata ieri, 20 marzo, alle 19.30 (le 16.30 ora italiana) l'esposizione della Torre in Alabastro, copia del monumento originale, realizzata dai maestri alabastrai dell'Associazione Arte in Bottega di Volterra.

Alla realizzazione del manufatto hanno contribuito la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, la Provincia di Pisa, la Cassa di Risparmio di Volterra ed il Comune di Volterra, così come l'Opera della Primaziale Pisana, proprietaria della scultura. La copia del celebre campanile del Duomo di Pisa, farà bella mostra di sé fino al 27 aprile 2017 presso il Meydan Hotel di Dubai, con vista panoramica sul prestigioso Meydan Racecourse.

Presenti alla cerimonia di inaugurazione Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica; Riccardo Fedeli, vicesindaco del Comune di Volterra e Gianluca Laliscia, CEO Chairman di sistemaeventi.it.

La mostra è frutto del rapporto di collaborazione tra la Regione Toscana e gli Emirati Arabi, che ha consentito di organizzare, in questi ultimi due anni a Pisa, la 'Toscana Endurance Lifestyle', evento internazionale di sport e networking organizzato da sistemaeventi.it, che sarà riproposto presso l'ippodromo di San Rossore, dal 14 al 16 luglio e dal 4 al 6 agosto 2017.

Intensa a Dubai l'attività di business, che ha affiancato alla mostra un seminario di presentazione della Toscana dedicato ai tour operator arabi, curato dalla guida pisana Vincenzo Priolo. Poi incontri d'affari tra operatori turistici toscani ed emiratini, organizzati con la collaborazione della Camera di Commercio italiana a Dubai. Le iniziative previste possono essere seguite attraverso il sito dedicato all'evento, inglese e italiano.

"Portare il monumento simbolo della città e dell'Italia a Dubai, insieme ad una serie di iniziative di business dedicate al turismo, rappresenta un'occasione per farsi conoscere ed apprezzare anche negli Emirati - afferma Valter Tamburini, presidente della Camera di Commercio di Pisa - l'operazione, quella di promuovere il territorio pisano e toscano assieme alla Regione e agli Enti locali, ci rende particolarmente soddisfatti, perché rappresenta un'ulteriore occasione per parlare del prodotto turistico Terre di Pisa: un impegno che, assieme alle imprese e alle istituzioni, vogliamo portare fino in fondo".

"I turisti che, ogni anno, arrivano in Italia dall’area del Golfo sono in costante crescita. Ma il nostro Paese e la Toscana sono, oggi, apprezzati quasi unicamente per l'offerta di shopping di lusso e per le bellezze artistiche. Mentre i nostri borghi, le opportunità di relax offerte dal nostro sistema termale o quelle relative al turismo golfistico sono per loro tutte da scoprire - sottolinea Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica - essere oggi a Dubai è, quindi, un'occasione per far scoprire al turismo emiratino la nostra immensa offerta turistica, partendo proprio dalla Torre di Pisa, simbolo di grande impatto di una bellezza toscana che, dalle grandi città d'arte, si diffonde su tutto il territorio regionale. Ma anche immagine di quella Pisa che oggi, grazie al volo diretto di Qatar Airways, è la porta di accesso privilegiata del turismo dell’area del Golfo alla Toscana”.

"Promuovere il territorio e le sue eccellenze è l'obiettivo prioritario di questo progetto. Il simbolo per eccellenza della città, la sua torre, diventa icona ed emblema di una città da raccontare e da far scoprire. E' accaduto con successo a San Francisco, poi a Tokyo e ora negli Emirati Arabi - dice Paolo Ghezzi, assessore al Turismo del Comune di Pisa - in questi anni abbiamo lavorato intensamente su questo fronte della promozione della città. Sia realizzando prodotti di qualità con cui parlare della nostra città di Pisa come porta della Toscana sia promuovendola a livello Nazionale che Internazionale. Un lavoro complesso che è stato valorizzato dalla proficua collaborazione tra Enti che, a mio avviso, deve diventare la base di riferimento su cui impostare le politiche di promozione e di accoglienza".

"Per noi e per i nostri artigiani creatori della più grande opera in alabastro al mondo è motivo di orgoglio - conclude Gianni Baruffa, assessore al Turismo del Comune di Volterra - dopo la tappa di Tokyo quella di Dubai sarà un ulteriore vetrina per l'alabastro, Volterra e la Toscana. Un simbolo quello della Torre pendente conosciuto in tutto il mondo e un ottimo veicolo di promozione turistica. Per il comune la l’evento verrà seguito dal Vice Sindaco Fedeli, che seguirà direttamente tutti gli appuntamenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo e promozione: la Torre di Pisa in alabastro vola a Dubai

PisaToday è in caricamento