rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Fi-Pi-Li: un altro passo per la costituzione di Toscana Strade, avanti con i pedaggi per i tir

Approvata la delibera con cui vengono trasmessi alla Corte dei Conti e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato tutti gli atti per la costituzione della nuova società

Prosegue il processo per la costituzione di Toscana Strade, avviato circa un anno fa per la formazione della nuova società in house della Regione per la gestione della superstrada Fi-Pi-Li. La Giunta regionale ha approvato la delibera con cui vengono trasmessi alla Corte dei Conti e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato tutti gli atti che la Regione ha predisposto per la costituzione della nuova società. 

“Toscana Strade - ha spiegato Giani - fa un altro passo in avanti per la costituzione della società in house che dovrà occuparsi direttamente della  gestione, manutenzione, ma anche dei nuovi investimenti della FiPiLi. La delibera approvata dalla Giunta - ha proseguito Giani - ha messo insieme la documentazione e le prospettive. Dovrà essere visionata dalle istituzioni nazionali che dovranno esprimere un parere e dare l’autorizzazione a procedere in questa direzione”.

Il governatore tira dritto anche sui pedaggi per i mezzi pesanti. "Le basi finanziarie sono quelle di una società che possa sviluppare la manutenzione, e poi anche i nuovi investimenti - ha spiegato Giani - anche attraverso una forma di pedaggio esclusivamente riservata ai camion di grandi dimensioni, ai tir”. Secondo il presidente Giani infatti "i mezzi di grandi dimensioni sono quelli che non  prendono più, o prendono in modo limitato, l'autostrada A11 che da Prato va verso Pistoia e arriva a Pisa-Migliarino, preferendo la Fi-Pi-Li, che arriva alla medesima destinazione, senza pagare. Ma un eccesso di traffico sulla FiPili è insostenibile, soprattutto quello pesante. Crea un problema di sicurezza".

"Abbiamo bisogno di una società che faccia continui investimenti - ha osservato ancora il presidente - perché vogliamo creare, nei tratti dove è possibile, una terza corsia e per farlo abbiamo bisogno di risorse proprie che la nuova società nella forma che assumerà, potrà garantire, anche con il supplemento di finanziamenti regionali e nazionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fi-Pi-Li: un altro passo per la costituzione di Toscana Strade, avanti con i pedaggi per i tir

PisaToday è in caricamento