Oratoio, 15 famiglie del campo nomadi si trasferiscono a Ponsacco: "Rispettate le ordinarie procedure"

L'assessore e presidente Sds Capuzzi risponde all'interrogazione del consigliere 5 Stelle Mannini. Chiesti chiarimenti su gestione del caso e contributi

Immagine di archivio del campo ad Oratoio

Quindici famiglie del campo nomadi di via Maggiore a Oratoio si sono trasferite nel comune di Ponsacco. Sulle modalità con cui ciò è avvenuto il consigliere del Movimento 5 Stelle ha interrogato l'assessore competente, nonché presidente della Società della Salute, Sandra Capuzzi. Al centro della questione l'applicazione della normativa di sostegno per le famiglie in condizione di emergenza abitativa.

"Le famiglie rom - scrive nella risposta la Capuzzi - hanno reperito autonomamente un contratto di locazione. I 15 nuclei familiari, legati da vincoli parentali, hanno un regolare contratto lavorativo e non erano in carico al Servizio Sociale. Si sono rivolti allo sportello presso la Società della Salute per avere informazioni su possibili aiuti per il trasferimento".

"E' stata quindi seguita la procedura prevista per tutti i cittadini in emergenza abitativa (Regolamento comunale emergenza abitativa) - spiega - e sulla base della presa in carico, sono stati erogati contributi economici a titolo di deposito cauzionale per il superamento delle condizioni di criticità alloggiativa".

"Non è stato dato nessun incentivo al trasferimento - precisa ed insiste la Capuzzi - ma sono stati utilizzati i regolamenti previsti per l'emergenza abitativa utilizzati per tutti i cittadini domiciliati e residenti a Pisa. Rispetto ai depositi cauzionali si precisa che 14 famiglie hanno percepito 1500 euro, una famiglia 800 euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine "non appena la Società della Salute è venuta a conoscenza dello spostamento dei nuclei, si è attivata per favorire l'integrazione nel territorio con incontri istituzionali, accompagnamenti per l'iscrizione a scuola dei minori e supporto alle famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento