Cronaca

Trasferimento dell'ufficio turistico a palazzo Gambacorti: "Scelta obbligata"

A spiegare i motivi della decisione dello spostamento da Piazza dei Miracoli è stato l'assessore al Turismo, Paolo Pesciatini

Il trasferimento dell’ufficio turistico da piazza del Duomo a Palazzo Gambacorti, nei locali dell'anagrafe, è stato al centro del Consiglio Comunale di oggi, 18 febbraio, grazie ad un question time della consigliera comunale del Pd, Maria Antonietta Scognamiglio a cui ha risposto l'assessore al Turismo, Paolo Pesciatini.

"Occorre precisare - ha spiegato Pesciatini - che il nuovo ufficio informazioni si pone in un immobile centrale della città e soprattutto di proprietà del Comune, a differenza di quello di piazza del Duomo, concesso in comodato di uso dall’Aoup che, più volte, aveva già richiesto il rilascio della struttura. L’immobile di piazza Duomo fa infatti parte del Santa Chiara, ed è stato dunque interessato dalla procedura di gara per la costruzione del nuovo ospedale di Cisanello".

Il Comune è stato quindi "costretto - ha continuato Pesciatini - ad individuare una nuova sede oltrechè un nuovo gestore dell’info point, per evitare che Pisa rimanesse senza quello che è l'’unico punto di informazione turistica in città. L’info point a palazzo Gambacorti consentirà di intercettare il traffico turistico, soprattutto sull'asse centrale di Corso Italia. Nel nuovo bando per affidarne la gestione è inoltre prevista la facoltà di trasferire la sede dell’info point anche in corso".

Pesciatini ha anche precisato che il punto di informazione turistica "sarà aperto anche di domenica e quindi sarà aperto anche l'atrio di palazzo Gambacorti. Lo stesso sarà nei giorni festivi. Interverremo inoltre per facilitare l’accesso ai disabili installando una pedana dall'accesso che da sui lungarni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferimento dell'ufficio turistico a palazzo Gambacorti: "Scelta obbligata"

PisaToday è in caricamento