Cronaca

Truffe, Enel mette in guardia i clienti: "Nessun dato richiesto via mail"

Negli ultimi tempi sono arrivate alla compagnia che fornisce l'energia elettrica alcune segnalazioni riguardanti mail, apparentemente provenienti dall'azienda stessa, che chiedevano di riempire un modulo per ottenere rimborsi

La compagnia che si occupa della fornitura dell'energia elettrica mette in guardia. Enel infatti ha ricevuto negli ultimi tempi segnalazioni da parte di alcuni clienti a cui è stata inviata una e-mail, da un indirizzo apparentemente riferito all’azienda, con la quale vengono invitati ad accedere ad un link per compilare un modulo in cui indicare i dati di conto corrente o di carta di credito; l’email fa riferimento a un presunto rimborso di importi pagati erroneamente.

L’email non è stata inviata da Enel né da società da essa incaricata, per cui l’azienda invita i clienti a non aprire l’allegato al messaggio e a non compilare il modulo. Le procedure di Enel Servizio Elettrico e di Enel Energia, le società di vendita del Gruppo Enel, non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire dati bancari e/o codici personali via e-mail o telefonicamente o attraverso link esterni.

L’azienda, da sempre in prima linea contro le truffe, ha avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e della Società. Enel invita i clienti che dovessero ricevere e-mail sospette a segnalare l’accaduto attraverso i consueti canali di contatto: i Punti Enel e negozi Enel Partner presenti sul territorio o i numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe, Enel mette in guardia i clienti: "Nessun dato richiesto via mail"

PisaToday è in caricamento