Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Stati generali del turismo, il ministro Garavaglia: "Promuovere la Pisa 'differente', quella meno conosciuta"

Il titolare del dicastero del Turismo in visita alla città in occasione del convegno 'Pisa e il turismo. Strategie per la ripartenza'

Una visita molto interessata a uno spaccato della storia pisana sconosciuto anche a buona parte dei cittadini della Torre, un passaggio rapido all'interno dell'ultima 'gemma' museale inaugurata nello scrigno di piazza dei Miracoli, il Museo dell'Opera del Duomo, e poi la partecipazione al convegno che ha radunato gli stati generali della città e della provincia attorno ai temi del turismo e della ripartenza. La giornata pisana, giovedì 6 luglio, del ministro del Turismo Massimo Garavaglia si è sviluppata su queste tre tappe, con un punto della situazione prima dell'avvio dei lavori del convegno.

massimo garavaglia ministro turismo visita museo dell'opera del duomo 6 luglio 2021

"Ho visitato con grande curiosità il Museo delle Navi Antiche - spiega il deputato della Lega - un luogo che offre uno spaccato della storia della città sconosciuto ai più. Credo che l'offerta turistica di Pisa, e più in generale della Toscana e di tutta l'Italia, adesso più che mai debba puntare a promuovere queste sfaccettature nascoste, meno conosciute, della storia e della cultura". Il titolare del dicastero del Turismo prosegue nella sua analisi sottolineando che "la pandemia ha riscritto alcune regole dei flussi turistici. Ad esempio gli operatori si trovano a lavorare sempre di più con viaggiatori italiani, in tanti casi prossimali. Per questo motivo non si può più puntare esclusivamente su un'offerta di villeggiatura classica, nella quale la visita di una città d'arte ruota esclusivamente attorno alle tappe classiche. Come, ad esempio, lo è piazza dei Miracoli per Pisa".

"Il turismo è uno dei settori trainanti dell'economia italiana - continua Garavaglia - anche adesso che stiamo vivendo una fase di timida ripresa. Occorre investire con decisione su tutti gli aspetti che formano l'ambito turistico. Motivo per il quale il governo intende lavorare a un Bonus pensato specificamente per gli operatori e i viaggiatori. Si tratta di un contributo dell'80%, alla stregua del Superbonus proposto per la ristrutturazione degli immobili". Uno strumento che, secondo il sindaco Michele Conti, "potrebbe risultare vincente nella fase di ripartenza dell'Italia e dell'Europa dopo la fase più dura dell'emergenza sanitaria".

"Si articolerebbe - specifica - come gli altri Bonus già attivati. Quindi come sconto o detrazione da attivare al momento del soggiorno, con le strutture aderenti all'iniziativa, oppure in modo retroattivo. Una strada percorribile potrebbe essere quella della detrazione sulla dichiarazione dei redditi". Più in generale, secondo Conti, "la strada che le amministrazioni comunali potranno seguire nell'immediato futuro, nell'ottica di incentivare il turismo sui propri territori, è la sinergia con le Camere di Commercio. Attualmente sono gli enti meglio strutturati per agire con efficacia sul settore del turismo. E' una proposta che il Comune di Pisa intende proporre ed esplorare, per verificarne l'attuabilità".

convegno turismo pisa 6 luglio 2021

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stati generali del turismo, il ministro Garavaglia: "Promuovere la Pisa 'differente', quella meno conosciuta"

PisaToday è in caricamento