Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

Università, blitz al senato accademico: "No alle lobbies in CdA"

Gli studenti di "Sinistra per" contro la nomina di esterni in CdA prevista dalla riforma Gelmini: "Presentate 10 candidature legate al mondo bancario e imprenditoriale"

Oggi il Senato Accademico ha affrontato la discussione sugli esterni in CdA previsti dalla riforma Gelmini. Una commissione interna al Senato ha fatto quattro proposte di cui due successivamente  designate dal Rettore.

Secondo la nota diffusa dal movimento universitario “Sinistra Per”, è stato promosso un bando per titoli, “cui si sono presentate 10 personalità legate per la maggior parte al mondo bancario e imprenditoriale, oltre ad altre con incarichi di nomina politica e quindi strettamente legati a determinati segmenti partitici”.
 
“Troviamo assai grave e imbarazzante per tutta la comunità accademica - continua la nota - dover discutere di nomi di candidati che non hanno né competenze né vocazione ad occuparsi di didattica e ricerca, ma che probabilmente si sono presentati per altri interessi particolari che niente hanno a chevedere con la missione e la storia del nostro Ateneo”.


Tutta colpa, dicono i manifestanti, della Riforma voluta dall’ex ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini, che prevede posti riservati agli “esterni” per il mandato accademico. “Riforma - continua il comunicato - alla quale, come studenti, ci siamo opposti con forza attraverso una enorme fase di mobilitazione, e a cui anche l’Ateneo e in particolar modo il Senato hanno più volte espresso contrarietà a quei provvedimenti”.
 
“In seguito alla bocciatura della nostra proposta di rinvio – concludono gli studenti -  abbiamo bloccato la seduta del Senato, per porre con forza la nostra contrarietà alla scelta fatta oggi dal massimo organo dell’Ateneo. Questa azione si colloca all’interno dei tre giorni di mobilitazione lanciata dalla Rete della Conoscenza”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, blitz al senato accademico: "No alle lobbies in CdA"

PisaToday è in caricamento