Cronaca

Vendita irregolare dei biglietti sul bus: il giudice conferma 3 licenziamenti

Ctt Nord rivendica la decisione della sanzione più grave nei confronti degli autisti: "Il Giudice ha segnalato la condotta alla Procura"

Il Giudice del lavoro di Pisa, con tre distinte sentenze del 7 ed 8 dicembre 2019, ha riconosciuto le ragioni di Ctt Nord e respinto i ricorsi di tre dipendenti che erano stati destituiti nell'ambito della vicenda relativa agli abusi nella vendita dei biglietti a bordo.

"Le sentenze - scrive in una nota l'azienda - ricostruiscono minuziosamente le condotte dei tre, e ne sottolineano l'assoluta gravità, meritevole della sanzione più grave (il licenziamento ndr); anzi, il Giudice ha ritenuto di segnalare alla Procura della Repubblica queste condotte, per gli accertamenti di eventuali ed ulteriori profili di responsabilità".

"Il Giudice - ha sottolineato Ctt Nord - si è anche intrattenuto sulla questione del Consiglio di disciplina, osservando come sia pacifico che quest'organo debba essere costituito dalla Regione, e non dall'azienda, e altrettanto pacifico che la Regione non vi abbia provveduto; ne ha concluso che l'inerzia della Regione non può tradursi, in pratica, nell'impunità di dipendenti responsabili di fatti gravissimi come quelli accertati, o di qualunque altro fatto grave possa accadere, prima che la Regione abbia in concreto provveduto a costituire il Consiglio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita irregolare dei biglietti sul bus: il giudice conferma 3 licenziamenti

PisaToday è in caricamento