Cronaca

Hotel Rigopiano: celebrati in Prefettura i Vigili del Fuoco di Pisa

Il prefetto Attilio Visconti ha ricevuto la squadra Usar che è intervenuta per l'emergenza in Abruzzo: "Dobbiamo loro gratitudine e riconoscenza"

Il prefetto Attilio Visconti ha ricevuto oggi, 25 gennaio, i Vigili del Fuoco che dal 19 gennaio 2017 sono intervenuti in soccorso delle popolazioni abruzzesi così duramente colpite dalle avversità meteo. Si tratta dei 16 vigili che fanno parte dell'Unità Usar (Urban Search And Rescue), uomini che hanno soccorso e salvato persone fra cui dei bambini che erano rimasti sotto la slavina che ha travolto l'Hotel Rigopiano a Farindola in Abruzzo.

E' una squadra che costituisce un'eccellenza pisana, nata all'interno del Comando Provinciale di Pisa 15 anni fa e composta da uomini di grande professionalità, che con il tempo si è andata perfezionando fino a diventare la prima realtà nazionale impiegata già nel terremoto dell'Aquila. Una squadra di 34 persone di cui fanno parte unità del Comando di Pisa e di Firenze che intervengono in scenari di crollo causati da terremoti, incendi, disastri industriali e, dopo questa esperienza, anche in caso di valanghe, per individuare e recuperare rapidamente persone sotto le macerie.

La squadra è dotata di apparecchiature e strumentazioni tecnologiche all'avanguardia come geofoni, termocamere, telecamere da ricerche e tante altre. Per migliorare la propria capacità il personale frequenta un corso di due settimane presso il Polo Didattico Usar di Pisa, dove acquisisce dimestichezza con le attrezzature strumentazioni e tecniche di penetrazione in macerie oltre che metodi e sistemi di progettazione pianificazione e coordinamento dell'intervento.

A conferma del valore della squadra di Pisa essa ha partecipato anche a missioni internazionali quali lo tsunami del sud-est asiatico, il terremoto di Haiti, in Nepal in Ecuador.

Il prefetto Visconti nel ringraziare i Vigili del Fuoco ha rievocato quanto succeduto in quelle tragiche ore ed ha voluto sottolineare come i Vigili del Fuoco "siano stati chiamati ad una prova tra le più complicate, proprio per la complessità dello scenario ove intervenire a causa delle condizioni meteo assai critiche, dal grande freddo e dalla presenza delle macerie dell'albergo. Un intervento in prima linea che si è svolto in condizioni proibitive, ma reso possibile grazie alla professionalità, alla competenze, allo spirito di abnegazione che fa parte del Dna della loro professione e che ne fa qualcosa di unico e ineguagliabile. E' al loro coraggio, al loro lavoro silenzioso, alla loro dignità, alla loro fatica, alla loro professionalità di uomini dello Stato, che tutti dobbiamo gratitudine e riconoscenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hotel Rigopiano: celebrati in Prefettura i Vigili del Fuoco di Pisa

PisaToday è in caricamento