Istituzioni: il Prefetto di Pisa in visita nel Comprensorio del Cuoio

I sindaci Capecchi, Deidda, Giglioli e Toti hanno accompagnato il Prefetto in tour tra gli impianti di depurazione e alcune aziende del distretto

E' partita questa mattina, 6 febbraio, dal palazzo Comunale di Santa Croce sull'Arno, la visita istituzionale del prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo nel Comprensorio del Cuoio. Una giornata alla scoperta delle realtà imprenditoriali presenti nel distretto industriale, delle molteplici azioni messe in campo per l’abbattimento dell’impatto ambientale, delle eccellenze di un comparto conciario conosciuto in tutto il mondo.

Ad accompagnare il Prefetto nelle varie tappe della visita c'erano i sindaci dei Comuni di Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto, San Miniato e Montopoli in Val d’Arno, la presidente dell'Associazione Conciatori di Santa Croce Maila Famiglietti, il presidente del Consorzio Conciatori di Ponte a Egola Michele Matteoli. Poi la rappresentanza delle forze d’ordine della zona: il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di San Miniato Maggiore Gennaro Riccardi, i Comandanti delle Stazioni di Castelfranco Emanuele Quaranta e di Santa Croce Andrea Oteri, i Comandanti della Polizia Municipale di Castelfranco di Sotto Giacomo Pellegrini e di Santa Croce, Sandro Ammannati.

La prima tappa del tour è stata all’impianto di depurazione Aquarno a Santa Croce sull'Arno, dove il Prefetto ha potuto visitare la vasca di stoccaggio dedicata al contenimento delle acque piovane, realizzata per evitare l’accumulo di acque meteoriche in condizioni piovose estreme. Una struttura di grande interesse per il Prefetto di Pisa che, in caso di fenomeni atmosferici violenti, si trova a lavorare spalla a spalla con la Protezione Civile per la gestione delle emergenze.

Il secondo appuntamento in programma è stato una visita alla Conceria Tuscania di Castelfranco di Sotto. Lo stabilimento conciario, inaugurato nel 2017, è stato progettato in un’ottica ecologia per ridurre al minimo i consumi, puntando sull’utilizzo di energie rinnovabili e sul recupero dell’acqua utilizzata nel processo di lavorazione delle pelli.

Il Prefetto Castaldo ha ringraziato gli amministratori locali protagonisti del dialogo costante tra pubblico e privato necessario a coniugare i livelli di eccellenza raggiunti da questa realtà economica con il fondamentale principio della sostenibilità ambientale, con positive ricadute sul territorio. "Ai rappresentati delle associazioni e delle aziende manifesto il mio più vivo compiacimento - ha concluso Giuseppe Castaldo - per la qualità dei prodotti, realizzati attraverso scelte improntate ai valori della responsabilità sociale e dell’ambiente".

Nel pomeriggio il giro conoscitivo delle realtà industriali del Comprensorio è proseguito con una vista all’impianto di depurazione Cuiodepur a San Miniato (in località San Romano) e infine si è concluso con un tour dell’azienda Italprogetti spa a Montopoli in Val d'Arno in località San Romano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

  • Addio a Merlino, l'alano pisano star dei social

  • Coronavirus in Toscana: sono 436 i nuovi casi positivi

Torna su
PisaToday è in caricamento