Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

XIV° Premio Giovani Imprenditori: riconoscimenti a 8 eccellenze del territorio

Durante l'evento Confcommercio ha anche lanciato l'allarme sul peso di tasse e burocrazia: "Per aprire un semplice bar occorrono 15mila euro ed ottemperare a 72 adempimenti in 26 enti diversi"

Imprenditori e professionisti di varia estrazione, autorità, istituzioni e rappresentanti del mondo bancario si sono confrontati sul tema 'Tasse Vs Impresa' nel corso della quattordicesima edizione del Premio Giovani Imprenditori di Confcommercio Provincia di Pisa, svoltosi venerdì scorso alla Stazione Leopolda.

Un'edizione particolarmente ricca e partecipata, e che ha visto premiati otto giovani imprenditori della provincia di Pisa, oltre ad una menzione speciale. Tra gli applausi hanno ricevuto il premio 'Giovani Imprenditori 2018':

- Pietro Pestarini della Dmc del Monte Pisano, un'agenzia turistica tesa a valorizzare l'immagine internazionale del monte pisano;
- Alessio Fontanelli di Intergomma Service 4 di Pisa, storico marchio nella vendita di pneumatici e dei servizi a valore aggiunto alle auto; 
- Matteo Fagnani dell'enoteca e wine bar Le Melorie di Ponsacco, diventato un autentico punto di riferimento per una clientela giovane e non solo;
- Jessica Talluri, di Nail & Fantasy Group di Pontedera, titolare di 4 negozi di estetica di alta gamma aperti in appena quattro anni;
- Tommaso Burgalassi de Il Forno di Chianni, artigianalità allo stato puro con la produzione di pane di altissima qualità;
- Michele Lupetti di ReLù a Ghezzano, coordina uno showroom dedicato interamente alla casa;
- Chiara Taccola della Taccola 1895 di Vicopisano, intenta a traghettare con successo questo celebre liquorificio nel nuovo millennio;
- Matteo Bacci della Speziali Laurenziani di Lajatico, un alchimista dei nostri giorni, produce cosmetici naturali di alta qualità.

Menzione speciale infine per Peter Delius della Acorn Montascale con sede a Navacchio, azienda internazionale che realizza i montascale più venduti al mondo.

Per quanto riguarda il tema tasse, è stato un vero e proprio grido d'allarme quello lanciato in apertura di convegno dalla presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Federica Grassini: "Abbiamo il sesto fisco più pesante al mondo, da oltre 10 anni l'Italia non cresce più, gli imprenditori sono sommersi di tasse e burocrazia, per aprire un semplice bar occorrono 15mila euro solo per ottemperare a 72 adempimenti in 26 enti diversi, alla fine lavoriamo per lo Stato che non apporta niente ma esige tutto".

Ne hanno discusso il presidente del Gruppo Giovani Francesco Ciampi, il presidente della CCIAA di Pisa Valter Tamburini, il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, il sindaco di Pisa Michele Conti, il DG della Banca Popolare di Lajatico Daniele Salvadori, l'angel investor Antonio Quintino Chieffo, il mediatore creditizio Giordano Guerrieri, al professore Stefano Cordero di Montezemolo, l'imprenditore e autore di best seller Gianluca Massini Rosati. Il Premio è stato realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Pisa e della Banca Popolare di Lajatico, i patrocini della Regione Toscana, della Provincia di Pisa, del Comune di Pisa e dei main sponsor Enegan Luce e Gas e Assicurazioni Generali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XIV° Premio Giovani Imprenditori: riconoscimenti a 8 eccellenze del territorio

PisaToday è in caricamento