Mercoledì, 22 Settembre 2021
Eventi

BRIGHT: la Notte dei ricercatori all’Università di Pisa

Le iniziative promosse dall’Ateneo pisano in occasione dell’evento che coinvolge università e centri di ricerca di tutta la Toscana

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Dal nostro antenato Homo naledi, fino all’umanoide del futuro Walkman. Sarà un vero viaggio nel tempo e nella scienza quello che l’Università di Pisa proporrà in occasione di BRIGHT, la Notte dei ricercatori in programma il prossimo 25 settembre nelle strade, nelle librerie, nei caffè della città, oltre che in alcuni laboratori dell’Ateneo aperti al pubblico. In Largo Ciro Menotti, dove saranno allestiti gli stand della ricerca, la manifestazione sarà aperta da un incontro con Damiano Marchi, l’antropologo pisano che ha partecipato alla scoperta dell’Homo naledi, la nuova specie umana i cui resti sono stati recentemente rinvenuti in una grotta del Sudafrica. Il ricercatore incontrerà il pubblico subito dopo l’inaugurazione prevista alle ore 16, a cui interverranno il rettore Massimo Augello e la coordinatrice regionale dell’evento Katherine Isaacs.

In piazza ci sarà un altro ospite speciale, Walkman, il robot umanoide progettato dai ricercatori del Centro Piaggio dell’Università di Pisa insieme all’IIT di Genova, che di recente è stato protagonista della competizione internazionale DARPA Robotics Challenge a Los Angeles. L’automa, alto 1,85 metri e pesante 100 chili, in grado di camminare, aprire le porte e usare strumenti di lavoro, farà alcune dimostrazioni delle sue abilità al pubblico, con la “regia” dei ricercatori che lo hanno costruito. A partire dalle ore 16, nella piccola Expo della ricerca allestita in Largo Ciro Menotti, sarà inoltre possibile visitare stand con meteoriti lunari del dipartimento di Scienze della terra, i simulatori medici del Centro Endocas, la barca a vela “Cherubina” costruita dagli studenti di Ingegneria, gli esperimenti del dipartimento di Farmacia e molto altro.

In contemporanea con l’apertura degli stand, nei bar e nelle librerie nelle vicinanze di Borgo Stretto, molti ricercatori presenteranno al pubblico le proprie attività e risponderanno alle domande e alle curiosità dei presenti. Sarà dunque possibile gustare un “Aperitivo della ricerca” insieme agli archeologi che raccontano i loro scavi nell’antica Tebe, gli scienziati che svelano i segreti del cosmo e delle stelle e che illustrano la “fisica di Harry Potter”. Oppure sarà possibile recarsi a un incontro di “Librerie e scienza” e ascoltare il racconto di missioni spaziali e impatti di asteroidi con la Terra, o rileggere qualche romanzo famoso con lo sguardo di un giurista. Tra gli eventi promossi nelle librerie, ce ne saranno alcuni dedicati specificatamente ai bambini, che potranno ad esempio conoscere alcuni miti della Grecia antica che trattano il tema dell’incontro e dell’accoglienza degli altri.

Per chi si vuole immergere nella realtà di un vero laboratorio scientifico, il dipartimento di Chimica aprirà le porte della sua nuovissima sede in via Moruzzi 13, con un programma di attività che prevede esperimenti, attività ludico pratiche per bambini, una mostra fotografica ed eventi di intrattenimento.

Il programma completo degli eventi è disponibile sul sito www.bright2015.org e sul sito www.unipi.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BRIGHT: la Notte dei ricercatori all’Università di Pisa

PisaToday è in caricamento