Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Bilancio 2014 al voto: il parere delle forze di maggioranza e opposizione

La discussione nella Sala Regia di Palazzo Gambacorti sarà quasi totalmente dedicata al Bilancio proposto dalla Giunta. Giovedì previsto il voto di approvazione: ecco il pensiero degli schieramenti

Una due giorni in Consiglio Comunale tutta dedicata al Bilancio 2014 del Comune di Pisa. Ieri un primo confronto, oggi il voto definitivo. Per stamattina è prevista una conferenza stampa nel corso della quale l'assessore Serfogli fornirà i dettagli sul Bilancio in approvazione.

Ecco intanto cosa ne pensano le forze di politiche di maggioranze e di opposizione.

“Anche quest'anno - ha così affermato il consigliere Ferdinando De Neri (PD) - la bozza di bilancio presentata dalla Giunta, oltre a confermare il progressivo calo del debito comunale mantenendo l'equilibrio tra entrate e uscite, ha tra i suoi obiettivi il mantenimento del livello dei servizi sociali ed educativi da un lato e, dall’altro, gli investimenti in innovazione e di infrastrutture”.
“Essenziali  - ha aggiunto la consigliera Simonetta Ghezzani (SEL) - gli stanziamenti per le politiche sociali che saranno stabili anche per il prossimo anno oltre a sostenere azioni positive per l'occupazione, il diritto alla casa, l'accesso ai servizi essenziali, il porta  a porta e la tariffazione puntuale”. 
“Attenzione alle tasse - ha dichiarato il consigliere Odorico Di Stefano (Riformisti) - diminuzione del debito e mantenimento dei servizi. La strada tracciata con questo Bilancio di previsione è quella giusta”.
“Tra il patto di stabilità e i tagli ai trasferimenti statali agli enti locali, il Bilancio 2014 - ha poi sottolineato il consigliere Giuseppe Ventura (In lista per Pisa) - non riduce i livelli dei servizi, non aumenta le tariffe né l’implosione fiscale, è un buon bilancio”.

“Con l'approvazione del bilancio - ha detto la consigliera Elisabetta Zuccaro (M5S) - passa il messaggio di un'amministrazione virtuosa per aver contenuto i costi e rispettato i tempi, ma si taglia su cultura, turismo, ambiente e sociale. La Giunta punta su grandi opere rischiose quali la Sesta Porta e il People Mover senza finanziare adeguatamente le misure di contrasto all'emergenza lavoro, casa e impoverimento delle famiglie”. 
“Questo bilancio istituisce la tassa di scopo - ha così dichiarato il consigliere Giovanni Garzella (FI-PDL) - mentre, in un  momento così difficile per l’economia, sarebbe stato, invece, opportuno abbassare la pressione fiscale per rilanciare la piccola e la media impresa della nostra città”.
“Questa proposta di bilancio non va - ha così detto il consigliere Diego Petrucci (Noiadessopis@) - potevano essere fatte scelte migliori come, ad esempio, 2000 euro come bonus per le famiglie, una rimodulazione della Tares, la razionalizzazione delle aziende partecipate”.
“Questo bilancio non ci piace - ha detto il consigliere Ciccio Auletta (Una città in Comune-Prc) - era necessario finanziare piste ciclabili, nuovi marciapiedi e provvedere all’eliminazione alla barriere architettoniche. Proponiamo inoltre di cominciare a finanziare da subito, e non dal 2016, la riqualificazione del cavalcavia ferroviario di S.Ermete con un primo importo di 300.000 euro, poiché crediamo che questo intervento sia una vera priorità del quartiere insieme alla questione abitativa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio 2014 al voto: il parere delle forze di maggioranza e opposizione

PisaToday è in caricamento