Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Elezioni San Miniato, Giorgi contro Gabbanini: "No a campagna elettorale con attività istituzionali"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

INAUGURAZIONI DI GABBANINI: DENUNCEREMO LA COSA ALL’AUTORITA’

Le inaugurazioni del sindaco di questi giorni vanno contro la normativa vigente, che vieta di far campagna elettorale con attività istituzionali. Eppure Gabbanini ci propina una inaugurazione dietro l’altra, riempiendo i giornali con la sua fascia tricolore. Ma la legge 28/2000 proibisce in questo periodo “a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale”.

Invece Gabbanini e i suoi non perdono occasione per magnificare l’operato dell’amministrazione. Addirittura il suo ufficio stampa nel comunicato della prossima inaugurazione dei quattro giochini regalati alla parrocchia di Roffia, che avverrà sabato 17, riporta anticipatamente i sentiti ringraziamenti dei cittadini verso il loro sindaco. Alla faccia della forma impersonale. E’ impossibile non ritenere questo comportamento un utilizzo scorretto della vantaggiosa posizione istituzionale, cosa vietata dalla legge sulla par condicio. Gabbanini deve abbandonare subito questa prassi. Non vada perciò a Roffia a inaugurare i giochini in modo propagandistico ma rinvii a dopo le elezioni perché denunceremo immediatamente la cosa all’autorità per la garanzia nelle comunicazioni.

Già il sindaco aveva inaugurato l’asilo a Roffia in pompa magna insieme al Rossi ma questo asilo non è in funzione. Quindi, perché inaugurarlo ora se non a scopi prettamente elettoralistici? Non è questa una grave violazione della normativa? Questo utilizzo delle istituzioni è a nostro avviso una modalità arrogante di gestire la cosa pubblica, una forzatura del ruolo istituzionale. Così si ignora la sensibilità dell’insieme dei cittadini in favore degli interessi della propria parte politica. Purtroppo abbiamo già avuto molteplici esempi di questo comportamento. Tutti si ricordano ad esempio quando Gabbanini si rifiutò di indire un referendum sull’Unione dei Comuni, chiesto da tanti cittadini, o quando non volle assolutamente sottoporre il progetto del Tubone alla Valutazione Ambientale Strategica, strumento importantissimo per la tutela della salute dei cittadini.

Ma ormai la gente si è stufata di questo atteggiamento. E presto si farà sentire.

Valentino Giorgi

Sinistra San Miniato – Comunisti Uniti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni San Miniato, Giorgi contro Gabbanini: "No a campagna elettorale con attività istituzionali"

PisaToday è in caricamento