menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardia Medica, la mozione: "No alla riduzione dell'orario"

L'assemblea si è espressa per chiedere che non venga ridotto il presidio, come previsto dalla Regione per potenziare la risposta sanitaria al Coronavirus

"Sono felice che la mozione da me proposta nell'ultimo Consiglio Comunale. martedì 15 dicembre, sia stata approvata all'unanimità e spero che quando arriverà sulla scrivania del Presidente Giani, dopo il coro di proteste che ha sollevato la sua ordinanza 107 del 11 novembre scorso, provveda a revocarla immediatamente". Il consigliere comunale di Pisa Marcello Lazzeri rivendica la richiesta, che riguarda "l'ordinanza che ipotizza, per ogni giorno della settimana, nel periodo di emergenza Covid, la sospensione dalle ore 24 alle ore 8 della mattina successiva del servizio di Guardia Medica, al fine di poter implementare (isorisorse) le Usca".

"Un provvedimento del genere - commenta - implica un indebolimento sostanziale del Sistema sanitario territoriale e per noi pertanto risulta inaccettabile anche perchè va sicuramente a sovraccaricare in maniera impropria sia il sistema di Emergenza Territoriale (118), sia il sistema dei Pronto Soccorso. E' di questi giorni l'evidenza che il maggior tasso di mortalità per Covid in Italia, rispetto ad altri Paesi Europei, è dovuto non ad una maggior mortalità intraospedaliera, bensì ad una maggior mortalità extraospedaliera, ossia sul territorio. Ecco quindi che le risorse umane ossia le figure sanitarie (medici, infermieri, OSS) che lavorano sul territorio andranno probabilmente rimodulate ma sicuramente dovranno essere implementate. Chiediamo, inoltre, con fermezza a chi amministra la sanità  di cominciare a considerare la spesa sanitaria non come un costo ma come un investimento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento