rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Movimento Cinque Stelle, i deputati Artini, Bonafede e Segoni: "No alla svendita dell’Aeroporto di Pisa a Corporacion America"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La decisione della Regione Toscana di vendere alla società privata Corporacion America le proprie quote azionarie detenute nelle società aeroportuali Sat e AdF rischia di essere deleteria e di mettere definitivamente in ginocchio l’intero territorio regionale. L’integrazione del sistema aeroportuale è un fattore positivo, ma devono essere salvaguardate le peculiarità delle due infrastrutture: sinergia e armonia, queste devono essere le parole d’ordine, senza piani faraonici che rischiano di ripercuotersi seriamente anche sulle finanze pubbliche. Basta quindi sottomettersi ai voleri del premier Renzi: il rilancio aeroportuale toscano deve avvenire salvaguardando e potenziando le infrastrutture esistenti, tutelando la sicurezza e la qualità di vita dei cittadini che risiedono nelle aree limitrofe. La Piana Fiorentina ha già dato e per questo è folle prevedere una nuova pista da 2.400 metri o in subordine da 2.000 metri.

Il controllo di infrastrutture importanti come gli aeroporti di Firenze e, soprattutto, Pisa devono rimanere in capo alle amministrazioni pubbliche e non passare in mano ad una holding che potrà beneficiare della seconda pista a Firenze realizzata con finanziamenti pubblici, il cui effetto sarà quello di depotenziare l’aeroporto di Pisa che è già il nono aeroporto italiano per il numero di passeggeri  e per il mercato del medio-lungo raggio.
Il progetto non tiene conto delle enormi criticità in particolar modo di sicurezza e di inquinamento ambientale dovute all’ubicazione di Peretola: lo sanno bene i cittadini della Piana e dell’hinterland fiorentino. La guerra intestina al Pd non si può trasformare in una guerra di campanile: il buon senso vorrebbe che venisse adeguata l’attuale pista di Firenze e potenziato il collegamento ferroviario Pisa-Firenze, ribadendo la centralità di Pisa anche per la vicinanza di un grande porto e di un aeroporto militare. Invece mentre le istituzioni ed i soggetti privati hanno spinto per la nuova pista a Firenze, i collegamenti tra i due capoluoghi sono peggiorati.

On. Massimo Artini, On. Alfonso Bonafede e On. Samuele Segoni
Gruppo Parlamentare M5S - Camera dei Deputati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento Cinque Stelle, i deputati Artini, Bonafede e Segoni: "No alla svendita dell’Aeroporto di Pisa a Corporacion America"

PisaToday è in caricamento