Politica

Mozione urgente in Consiglio comunale: "Pisa diventi città dei valori della resistenza antifascista"

La proposta porta la firma del Partito Democratico

La delegazione del Partito Democratico di Pisa presente nel Consiglio comunale ha presentato una mozione urgente con la richiesta di far diventare Pisa "città dei valori della resistenza antifascista e dei principi della Costituzione Repubblicana". Nel comunicato firmato da Matteo Trapani, capogruppo consiliare del partito, si legge: "Negli ultimi anni abbiamo registrato un preoccupante aumento di organizzazioni e manifestazioni che richiamano in modo esplicito a simboli fascisti o nazisti e che diffondono idee e comportamenti ispirati a sentimenti antidemocratici, all'odio razziale, all'antisemitismo".

Il comunicato prosegue: "Il 'Rapporto Italia 2020' conferma e segnala anche un aumento delle persone che credono che la Shoah non sia mai avvenuta; oltre un terzo degli intervistati ritiene che gli episodi di antisemitismo registrati nel nostro paese negli ultimi anni siano bravate messe in atto per provocazione o per scherzo. Riteniamo che tutte le Istituzioni repubblicane, nate dalla Resistenza antifascista e fondate sui principi della Costituzione, oggi debbano impegnarsi con azioni concrete a mantenere viva la memoria storica della Resistenza e a coltivare i valori di solidarietà, libertà e democrazia, specialmente tra le giovani generazioni".

Il Partito Democratico fa questa proposta: "Pisa è città medaglia di bronzo al valor militare per aver contribuito alle lotte partigiane durante la Liberazione e vogliamo che il sindaco e la Giunta si impegnino da subito a:
- promuovere iniziative culturali sulla memoria della Resistenza in collaborazione con le scuole e nei luoghi di aggregazione ed anche sul problema dei nuovi fascismi e dell'intolleranza razziale;
- sensibilizzare la cittadinanza al significato dell'iscrizione all'anagrafe antifascista, come ideata dal Comune di Stazzema;
- informare cittadine e cittadini che presso gli uffici del nostro Comune è possibile sottoscrivere il progetto di legge di iniziativa popolare promossa dal sindaco di Stazzema 'Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a Fascismo e Nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti'".

E conclude: "In ultimo, dato che ci sono arrivate alcune lamentele dei cittadini per la mancanza dei moduli per la sottoscrizione della proposta di legge in alcuni uffici del Comune, ci faremo carico di segnalarlo agli uffici in modo da consentire a tutte e tutti la possibilità di aderire all’iniziativa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozione urgente in Consiglio comunale: "Pisa diventi città dei valori della resistenza antifascista"

PisaToday è in caricamento