Politica

Mozione sulla riforma del Catasto, Pasqualino (Lega): "Un disastro!"

L'esponente del carroccio spiega i motivi dell'iniziativa intrapresa in Consiglio Comunale a Pisa

La riforma del catasto decisa dal Governo Draghi arriva in Consiglio Comunale a Pisa. Il consigliere leghista Giovanni Pasqaulino ha depositato lo scorso 9 ottobre una mozione urgente per evitare, così scrive l'esponente del carroccio, "quello che rischia di essere un salasso per milioni di famiglie italiane, un danno grave per il mercato immobiliare e un colpo mortale alla ripresa economica post-Covid".

Per Giovanni Pasqualino "è necessario l’impegno del Sindaco affinché si sollecitino i propri rappresentanti in Parlamento a modificare la legge delega di riforma del fisco togliendo qualsiasi ipotesi di riforma del Catasto; ad attuare una riforma del sistema fiscale che vada nella direzione di una sua semplificazione e riduzione d’imposizione nei confronti degli italiani e di opporsi a una revisione del Catasto a parità di gettito, che, contrariamente ai principi che devono muovere la riforma, aumenterebbe esponenzialmente il peso fiscale sulle seconde case e rischierebbe di escludere tante famiglie dal sistema di welfare, molte persone infatti perderebbero agevolazioni come sconti sulle mense scolastiche, rette degli asili nido, tasse universitarie, bonus affitti, bonus bollette, rette delle Rsa, le residenze sanitarie assistite. Altri uscirebbero da programmi di sostegno alla povertà, inoltre si deprimerebbe il mercato immobiliare ed in generale l’economia nazionale".

"L’Italia - conclude Pasqualino - ha bisogno di risposte, di ricette non di complicazioni o salassi. I nostri concittadini hanno già pagato un prezzo troppo alto per la pandemia, è ora di guardare avanti con fiducia al futuro e questo implica senz'altro che il governo proceda a una riduzione e non un aumento del carico fiscale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozione sulla riforma del Catasto, Pasqualino (Lega): "Un disastro!"

PisaToday è in caricamento