Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

Nomadi chiuse nel gabbiotto rifiuti Lidl a Follonica, Filippeschi: "Offesa alla dignità"

Il primo cittadino di Pisa interviene in Consiglio Comunale sul caso ed annuncia un'iniziativa con altri sindaci. Coinvolta nella polemica il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi

La foto della maschera pubblicata sul profilo Facebook di Susanna Ceccardi

"Quello che è accaduto a Follonica, quei venti secondi di registrazione, quell'offesa alla dignità umana, e poi la violenza sui social, l'irrisione indecente che è stata riproposta e rilanciata a Cascina, devono avere una risposta. Dobbiamo aprire gli occhi. Non possiamo far finta di niente. Minimizzare è sbagliato. Dobbiamo dire: attenzione, il sonno della ragione genera mostri".

Così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, in apertura del Consiglio Comunale, sul caso dei lavoratori della Lidl che a Follonica hanno chiuso due nomadi in un gabbiotto per i rifiuti e poi ripreso la scena con il cellulare, con atteggiamenti di scherno. Il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi ha poi citato su Facebook il caso pubblicando una maschera di carnevale incontrata durante una festa cittadina che riprendeva l'accaduto. Nel post: "Maschera di carnevale ieri a Cascina! A me fa ridere! A carnevale ogni scherzo vale! Se siete tristi e di sinistra, peggio per voi".

"Si sta creando - afferma Filippeschi - un abisso fra principi e valori che sono conquiste universali, fondamenti spirituali e del pensiero, e comportamenti individuali e collettivi. Il razzismo e gli attacchi alla dignità delle persone sono la forma di un nuovo fascismo e vanno combattuti a viso aperto. I sindaci devono essere alla testa di una reazione e lo saranno".

Insiste il primo cittadino di Pisa: "Creare bersagli di un odio cieco, seminare paure e discriminazioni, vuol dire costruire ciniche operazioni funzionali alla carriera politica di avventurieri senza dare nessuna risposta. Tante esperienze positive ci dicono, invece, che la solidarietà aiuta la convivenza e fuga le insicurezze. Accogliere, proteggere, promuovere, integrare: sono le parole esaltate da Papa Francesco nel discorso che ha fatto ai partecipanti al Forum Internazionale 'Migrazioni e Pace' il 21 febbraio scorso. La storia insegna. Attenzione! E può ripetersi. Le cattive parole quando si affermano preparano catastrofi e minano alla base il bene assoluto della pace. Sono razzismo; nazionalismo; protezionismo; militarismo; uomo forte; guerra di religione; antisemitismo; omofobia".

"Ho espresso la mia solidarietà al sindaco di Follonica Andrea Benini - conclude Filippeschi - che ha dato una risposta di alto profilo a quanto è avvenuto nella sua città. Promuoverò d'intesa con lui e con altri colleghi un'iniziativa nuova, visibile, permanente. Un'iniziativa, promossa da sindaci, che si avvii nel luogo civilissimo dove si sono sfidate la ragione e una grande tradizione civica, con un fatto che ha generato la strumentalizzazione brutale".

Sempre su Facebook la replica alle polemiche del sindaco di Cascina Ceccardi: "La mattina ti svegli e trovi gente che su una maschera di carnevale fa quello che è normale fare, cioè riderci su. Altri (pochi) che si indignano e gridano al razzismo, accusano me di avere scarso profilo istituzionale perché l'ho pubblicata sul mio profilo e ne ho apprezzato l'originalità.
Ragazzi, fatevene una ragione. Il vostro sindaco ride, ama la comicità, l'autoironia e cerca di affrontare le cose col sorriso. Non fosse così, con tutti i problemi che abbiamo ereditato dopo 70 anni di disastri ci sarebbe da andare in depressione collettiva!
Viva la comicità Toscana che ci contraddistingue ed è parte della nostra identità!".

REAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE. Sulla vicenda di Follonica sono intervenuti nel corso del Consiglio Comunale di oggi anche il presidente Ranieri Del Torto e alcuni consiglieri comunali. “La dignità dell'uomo - ha detto Del Torto - è un valore che va tutelato sempre e comunque. Soprattutto chi ha ruoli di responsabilità istituzionale o politica non può non prendere una posizione chiara e netta ogni volta che come avvenuto a Follonica si mette in discussione quel valore. Chi banalizza o ironizza è complice della barbarie”.
”Non c’è fine al peggio - ha sottolineato la consigliera comunale Rita Mariotti (In lista per Pisa) - dopo una specie di sequestro di persona, abbiamo assistito anche al tentativo di ridicolizzare un episodio che fa piangere il cuore e con il benestare di esponenti pubblici e politici…”.
“E’ un episodio - ha dichiarato Virginia Mancini, capogruppo consiliare di Forza Italia-Pdl - veramente deprecabile e che deve far riflettere tutti. Sottolineo anche la gravità di averlo poi fatto girare sui social”. “I social - ha poi aggiunto Valeria Antoni, consigliera comunale del M5S - mettono in evidenza e amplificano quello che c’è nella società. La mancanza del rispetto della dignità umana può aprire scenari inquietanti e da condannare. Un sindaco rappresenta lo stato e il suo mandato non è certamente quello di dar manforte a episodi del genere”.
“Esprimiamo sgomento - hanno così commentato i consiglieri Ciccio Auletta e Marco Ricci (Una città in comune-Prc) - per il video inquietante diffuso su internet in cui degli esseri umani vengono trattati come animali da circo, da rinchiudere ed esporre al pubblico, ma riteniamo ancor di più grave la ferocia razzista con cui la sindaca di Cascina Susanna Ceccardi ha trattato il tema, considerando divertente prendersi gioco di esseri umani trattati come animali. Chiediamo a tutti gli amministratori del nostro territorio di prendere le distanze e denunciare pubblicamente la gravità di questi atteggiamenti”.
“La difesa della dignità non ammette sconti - ha infine dichiarato il consigliere Giovani Garzella (Pisa è..) - e la riscoperta di politiche fasciste neanche. La politica tuteli la proprietà privata con leggi più idonee. Non alla giustizia fai da te”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomadi chiuse nel gabbiotto rifiuti Lidl a Follonica, Filippeschi: "Offesa alla dignità"

PisaToday è in caricamento