Politica

Nuovo regolamento impianti sportivi, Pd Pisa: "Lo sport considerato una spesa da evitare"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Approderà in consiglio il nuovo regolamento per la gestione degli impianti sportivi: un regolamento che voteremo per senso del dovere verso il mondo sportivo e per colmare una lacuna. Un adeguamento dovuto dall'introduzione della legge regionale sullo sport.

Per questo il nostro voto sarà favorevole, ma non possiamo dire altrettanto sulle questioni di merito contenute nel regolamento. Corretta la scelta dell'affidamento degli impianti attraverso il meccanismo della gara pubblica, così come condivise alcune previsioni tecniche che abbiamo contribuito a costruire attraverso numerosi emendamenti.

Rimangono però criticità fortissime e dubbi che confermano quanto per questa maggioranza il tema sport sia più un peso che un patrimonio da valorizzare.

Si sostituisce il Comitato dello Sport con una consulta aperta a tutte le realtà sportive: un contenitore vuoto poiché - a differenza di quanto previsto per il Comitato di vecchia memoria - tale organismo non assume alcun ruolo nella programmazione e nella definizione degli indirizzi sulle politiche dello sport. Nessuna voce in capitolo. Si mimetizzano le richieste di partecipazione delle associazioni con una "passerella" del Sindaco che, due volte l'anno, andrà a raccontare al mondo dello sport l'azione dell'amministrazione.

Gli aspetti più gravi sono la disapplicazione della parte di legge regionale che permetteva al Comune di assegnare gratuitamente gli impianti, la mancata previsione di un contributo minimo da erogare alle realtà sportive e, ancora, la possibilità con le stesse di costruire progetti sociali ed educativi, presupposto per gli affidamenti diretti. Questo nuovo regolamento ha un solo scopo: fare in modo che l'impegno economico del Comune sullo sport sia pari a zero, scaricando tutto sulle realtà sportive in termini di gestione e di promozione dell'attività sportiva.

In questo non possiamo riconoscerci e lo riteniamo un approccio deprecabile ed inaccettabile. Per questi motivi continueremo ad affrontare il tema dello sport e dell'associazionismo sportivo con proposte innovative e migliorative, prestando ascolto e dando voce a chi ogni giorno vive questa realtà. 

Il valore dello sport in tutti i suoi aspetti sociali, educativi, culturali dovrebbe essere un patrimonio da tutelare e valorizzare. Pisa ha una lunga tradizione e una fiorente realtà sportiva, speriamo che prima o poi anche Conti e Latrofa trovino il modo di apprezzarla.

Ranieri del Torto (segretario comunale PD Pisa)
Annalisa Scura (responsabile sport PD Pisa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo regolamento impianti sportivi, Pd Pisa: "Lo sport considerato una spesa da evitare"

PisaToday è in caricamento