rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

"Piano (del commercio) inclinato verso la morte politica della giunta Filippeschi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Oggi in 3° Commissione avevamo un ulteriore incontro con le associazioni di categoria per quanto riguarda la definizione del nuovo piano del commercio.

Ho premesso che non essendo introdotto della materia sto guardando con attenzione le decine e decine di novità, buone e non , che sono state prospettate... una per tutte è quella della liberazione della banchine del terminal degli autobus in Largo Cocco Griffi dalle bancarelle del mercato etnico.

Ma il nodo principale del nuovo piano del commercio resta la soluzione della questione del mercato del Duomo.

A questo proposito ho chiesto, di nuovo, che oltre ai verbali del famigerato Comitato del Decoro che mi sono arrivati da poco dopo la prima richiesta del luglio 2016, mi sia consegnata anche la relazione conclusiva e la cartografia dei vincoli espressi dal Comitato che sono il nocciolo della questione.

Abbiamo quindi appreso che il Comitato si è di nuovo riunito e la soluzione prospettata a aprile è sfumata per l'opposizione determinante della Sovrintendenza: in pratica dietro il preziosissimo muro finemente restaurato non si può più andare... sono svaniti 6 mesi di promesse e ora si pensa si strippare in Largo Cocco Griffi non solo le 44 bancarelle di Piazza Manin ,ma tutte le 87 attività che gravitano nella zona!

Senza scomodare Leonardo da Vinci del famoso film “Non ci resta che piangere” nel Comitato si dovrebbe tenere conto del “33, 33 e 33” per decidere , ma ancora una volta a Pisa, e solo a Pisa siamo appronati alle decisioni di un ente desueto quale la Sovrintendenza al quale ha dato forza la debolezza politica di Regione, ma soprattutto quella del Comune di Pisa.

Poi le bancarelle dovrebbero essere “zippate” come dimensione e ...su ruote!

Una bella presa in giro di una amministrazione a guida PD, che si fa forte di una interpretazione della molto discutibile legge Franceschini, ancora PD, che lascia decidere agli altri sulla vita della città e sulla pelle di 87 famiglie!

Maggioranza PD che non ha nemmeno la faccia di dire con chiarezza che la decisione di sbattere tutti al parcheggio scambiatore...

Avremo così una zona intorno alla Torre, che intanto è invasa da abusivismo senza limiti e freni,“sterilizzata” dagli operatori commerciali... è l'unica soluzione prospettata da tempo e portata avanti con arroganza e violenza politica anche con mezzucci di bassa lega.

Questo però sarà la tomba politica della giunta Filippeschi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Piano (del commercio) inclinato verso la morte politica della giunta Filippeschi"

PisaToday è in caricamento