Politica

Pisa e le questioni aperte: sindaco e assessore a confronto con il Governo

Il primo cittadino Filippeschi affronterà al Ministero dell'Interno l'attuazione del Patto per "Pisa Sicura", l'assessore Cerri invece parlerà della "questione caserme". Rimandato alla prossima settimana il nodo ferrovie

E’ ripartito a trecentosessanta gradi il dialogo fra Comune e Governo su alcune delle principali questioni che il sindaco Marco Filippeschi aveva riproposto all’attenzione del nuovo esecutivo guidato da Mario Monti. E la testimonianza è proprio l’agenda della giornata di oggi con il sindaco di Pisa e un assessore impegnati a Roma ai tavoli ministeriali dedicati ad alcune delle più importanti questioni poste dalla città al Governo centrale. Il primo cittadino Marco Filippeschi, infatti, sarà al Ministero dell’Interno per discutere dell’attuazione del Patto per “Pisa Sicura”, sottoscritto due anni fa dall’ex ministro Maroni ma a cui non è mai stata data attuazione.

Mentre l’assessore comunale all’urbanistica Fabrizio Cerri sarà impegnato al Ministero della Difesa per discutere dell’accordo sulle caserme.

Rimandato invece a giovedì prossimo l’incontro dell’assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli e dell’ingegner Gilda Greco di Pisamo con le Ferrovie interamente dedicato alla realizzazione del sottopasso di Putignano. L’incontro, che si sarebbe dovuto svolgere nella giornata di oggi, è stato rinviato nella tarda serata di ieri a causa dell’indisponibilità, per malesseri stagionali, dell’ingegner Claudio Quaglio della divisione investimenti di Rfi, il principale interlocutore della delegazione pisana.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa e le questioni aperte: sindaco e assessore a confronto con il Governo

PisaToday è in caricamento