Scuole, Biondi (Pd): "Intervenire con la manutenzione straordinaria"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Le scuole e il diritto allo studio devono essere una priorità imprescindibile per la nostra città e se ancora dentro all’emergenza, dopo un anno scolastico così travagliato, bisogna effettuare gli interventi di manutenzione che le scuole necessitano in modo da garantire la ripresa a settembre delle attività in sicurezza, in locali sanificati ed idonei alla luce dei nuovi vincoli derivanti dall’emergenza covid-19.

Questo periodo in cui i nostri bambini e ragazzi sono a casa e svolgono la didattica a distanza è perfetto per completare i lavori di manutenzione e programmarne di nuovi, visto i numerosi bisogni che hanno le nostre scuole.

Quindi preso atto che le attività didattiche negli istituti scolastici riprenderanno con l’inizio del nuovo anno scolastico crediamo sia importante procedere alle manutenzioni straordinarie degli istituti scolastici ed avviare un confronto con i dirigenti per valutare le nuove esigenze derivate dall’emergenza covid-19 anche in termini di protocolli e di adeguamento degli spazi,in modo da essere già preparati per l’inizio dell’anno scolastico.

Non possiamo farci trovare impreparati a settembre. Sarebbe paradossale e assurdo che le scuole iniziassero a settembre con i lavori ancora in corso.

Vi sono tanti interventi che possono essere fatti in questi mesi dalla sistemazione dei servizi igienici che versano in condizioni precarie agli infissi e agli impianti.

Inoltre sarebbe opportuno pensare a trovare anche nuovi spazi visto che con le nuove normative e prescrizioni vi è necessità di avere spazi più grandi. Anche le segreterie dovranno avere spazi sufficienti e poter garantire il distanziamento e il lavoro in sicurezza del personale amministrativo.

Naturalmente vi sono problematiche importanti come l’adeguamento sismico ma ora è da fare anche i lavori di manutenzione che possono essere appaltati facilmente, con lotti di importo inferiore ai 40mila euro.

Inoltre nell’ottica di dare un concreto aiuto e far lavorare le ditte che operano sul territorio pisano e il tessuto locale l’affidamento dei lavori sotto i 40mila euro può essere un valido contributo, sempre garantendo la massima trasparenza e il principio di rotazione.

I fabbricati delle scuole, e quelli di competenza del comune, necessitano di interventi di manutenzione. La politica e gli amministratori devono iniziare a pensare seriamente e di più alle scuole in termini di sicurezza e di investimenti poiché in quelle aule creiamo il futuro della nostra città.

Come forza politica di questa città chiediamo al sindaco e agli assessori competenti, soprattutto nell’interesse di tutti i cittadini, gli studenti e il personale di procedere e programmare rapidamente l’avvio dei lavori necessari.

Inoltre chiediamo come commissione di poter fare un sopralluogo in ogni scuola per poter verificare di persona lo stato degli immobili. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento