Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Sesta Porta, Una città in Comune: "E' a norma la camera di sicurezza della Polizia Municipale?"

La lista civica, già contraria alla realizzazione della struttura, ha presentato esposto alla Asl dopo il sopralluogo effettuato con la Seconda Commissione di controllo. Gli spazi sarebbero risultati angusti e male organizzati. Chiesta verifica d'urgenza

Depositata presso la Asl un'istanza urgente per verificare le modalità con cui è stata realizzata la camera di sicurezza all’interno della caserma della Polizia. A presentarla la lista Una Città in Comune, a seguito della visita effettuata ieri con la Seconda Commissione di controllo e garanzia. Tanti i problemi riscontrati, tali da rendere inservibile la struttura. "Riproporremo la questione in consiglio comunale – scrive la lista di Ciccio Auletta – mesi fa infatti avevamo presentato una mozione con la quale chiedevamo di non realizzarla, tuttavia la maggioranza bocció questa nostra richiesta; oggi invece presenteremo una mozione nella quale chiediamo al Sindaco e alla Giunta di procedere con urgenza alla chiusura di questa camera".

Sarebbero evidenti le interferenze fra funzioni: l’accesso alla stanza avviene tramite un corridoio utilizzato sia dagli agenti per condurre eventuali fermati all’interno, sia da cittadini che si recano presso gli uffici della Polizia Municipale. Gli spazi sarebbero poi limitati, dato che per arrivare alla porta blindata c’è uno stretto passaggio tra una scrivania ad uso ufficio ed altro mobilio. Nel bagno interno ci sono uno scaldabagno con un filo pendente della corrente elettrica, nonché un lavandino, un termosifone e un bagno alla turca. "Dagli agenti presenti abbiamo appreso che la stanza ad oggi non viene utilizzata in quanto ritengono rischioso trattenere una persona all’interno della struttura, data la presenza di oggetti, come ad esempio il filo della corrente, con cui il fermato potrebbe ferirsi accidentalmente o volutamente".

"Abbiamo inviato una segnalazione alla Asl – conclude la lista – chiedendo di verificare con urgenza se la camera di sicurezza risponde ai requisiti previsti dalla legge e se è a norma o meno e quindi se è possibile per il personale della Polizia Municipale utilizzarla o meno. Da sempre siamo e restiamo contrari alla presenza di questa struttura all’interno della sede della Polizia Municipale, anche alla luce del dibattito che proprio sulle camere di sicurezza si è aperto in tutta Italia, specie in merito al rispetto di norme e garanzie che questi luoghi di detenzione assicurano a chi è sottoposto a restrizioni della libertà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesta Porta, Una città in Comune: "E' a norma la camera di sicurezza della Polizia Municipale?"

PisaToday è in caricamento