menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Turisti in Piazza Duomo

Turisti in Piazza Duomo

Turismo a Pisa, totem multimediali: "Numeri da flop, spesa enorme inutile"

La lista 'Una Città in Comune-Rifondazione Comunista' attacca l'amministrazione: "Una persona al giorno in Piazza Duomo si è fermata nel 2016, per 1,7 milioni di investimento"

Un ingente investimento senza risultati tangibili. E' quello che la lista 'Una Città in Comune-Rifondazione Comunista' dice dei totem multimediali, le installazioni che nei progetti dell'amministrazione avrebbero dovuto dare informazioni circostanziate ai turisti in visita in città.

"Tre anni fa - spiega Ucic-Prc - sostenevamo che si trattasse di un'impresa senza senso in epoca di app e di smartphone, uno spreco ingiustificabile: 1,7 milioni alle aziende Space di Prato, Inera di Pisa, Telnet System di Lucca e Jacini di Firenze, di cui 978mila provenienti dai fondi Piuss e 717mila direttamente dall'amministrazione comunale. Una cifra enorme. Oggi quei totem giacciono soli e abbandonati, non risultando utili nemmeno come cartelli pubblicitari, mentre le tradizionali bacheche di comunicazione sociale gestite dalle associazioni, che tanti cittadini (magari quelli meno avvezzi a usare il web) amavano consultare, sono state sfrattate".

Il giudizio negativo scaturisce dall'analisi dei dati sull'utilizzo delle strumentazioni: "Nei nove mesi trascorsi da gennaio a settembre 2016 meno di dieci visitatori al giorno si sono fermati per quelli del centro, una persona al giorno davanti a quelli di Piazza del Duomo, poco più di uno alla settimana in quello del parcheggio di via Pietrasantina. I numeri, resi noti dal vicesindaco Ghezzi a seguito di una nostra interrogazione, raccontano il fallimento totale di questa costosissima iniziativa".

"Se poi si pensa - insiste la lista - che anche la vendita pubblicitaria è andata malissimo, con 10 pubblicità a pagamento di privati che passano a tutto schermo e una sola collaborazione attivata nel 2015 per un banner per 3 mesi, ci si chiede se qualcuno renderà mai conto di questo clamoroso flop e della spesa relativa. E cosa intende fare il Comune, adesso che l'affidamento all'associazione d'impresa che li gestisce è in scadenza?".

Un sistema completamente da rivedere per Ucic-Prc: "I totem multimediali sono stati uno dei punti di forza della politica di promozione turistica a Pisa, e questo dice tutto. Ai turisti farebbe certamente più piacere trovare una degna cartellonistica, o aperto l'Info Point di Piazza del Duomo anche dopo le 15 nei mesi invernali, o ancor più trovare aperto e in buono stato di salute il complesso di San Francesco: finalmente la Soprintendenza ha dato avvio al restauro del tetto della chiesa, ma il chiostro versa ancora in una situazione drammatica. Appena qualche settimana fa l'assessore Serfogli approfittava della presenza di Vittorio Sgarbi per lanciare l'ennesimo appello alla ricerca di fondi, chissà se gli ha raccontato, tra le altre, la storia dei 717mila euro spesi per i pannelli multimediali. Al di là delle trovate pubblicitarie, la promozione turistica è ben altra cosa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Riaperto il Museo della Geotermia di Larderello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento