Politica

Sanità: la Commissione regionale in visita nei centri d'eccellenza pisani

Tappa all'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, poi alla Fondazione 'G.Monasterio' per un confronto sul futuro della sanità toscana

La visita all'Aoup

Visita della Terza Commissione Regionale Sanità e Politiche Sociali oggi alle strutture pisane in vista della legge di riforma del settore. Prima tappa l'ospedale Cisanello dove ha avuto luogo un confronto istituzionale costruttivo improntato alla condivisione, da cui far scaturire soluzioni praticabili alle criticità registrate dal sistema sanitario regionale, ma soprattutto la nuova organizzazione che la sanità toscana si appresta ad avere, nel percorso di riforma che si avvia a conclusione. Erano presenti il presidente della Commissione Stefano Scaramelli, il vicepresidente segretario Paolo Bambagioni e i componenti Nicola Ciolini, Serena Spinelli ed Enrico Sostegni insieme ai consiglieri regionali Irene Galletti, Alessandra Nardini, Antonio Mazzeo e Andrea Pieroni. Sono stati accolti dalla direzione aziendale con una breve presentazione delle attività dell’ospedale, in cui è stata illustrata la missione dell’ospedale nell’alta specialità, con gli investimenti in alta tecnologia effettuati e i risultati più che ragguardevoli che posizionano l'Azienda ai primi posti in Italia, in particolare nei percorsi oncologici per tutte le patologie.

I commissari hanno poi potuto visitare il Dea-Dipartimento di emergenza-accettazione e la piazzola dell’elisoccorso, che ne ha decretato definitivamente il ruolo di Hub per tutta l’area critica in area vasta nord-ovest.

In seguito la Commissione ha fatto visita alla Fondazione 'Gabriele Monasterio' all'interno del Cnr. Finalità della Fondazione è il potenziamento dei rapporti in essere tra il Servizio sanitario regionale e i soggetti componenti il sistema toscano della ricerca (Università e CNR). In Fondazione il paziente è al centro di un sistema multidisciplinare che offre i più moderni ed appropriati percorsi preventivi, diagnostico-terapeutici e riabilitativi in campo cardiovascolare e pneumologico, grazie all'alto profilo delle competenze disponibili, alla disponibilità delle tecnologie più avanzate per la diagnostica funzionale, d’immagine e di laboratorio e ad un livello avanzato di gestione informatica integrata dei processi sanitari e gestionali. L’attività assistenziale combina una impostazione specialistica a livello delle competenze mediche e chirurgiche con una impostazione per intensità di cure a livello organizzativo, che si esplica in regime di degenza, ambulatoriale, di day hospital e day service.

I consiglieri presenti, prima della visita alla struttura, hanno potuto apprezzare l’attività della Fondazione 'G. Monasterio' con il direttore Luciano Ciucci e quindi conoscere più da vicino l’Istituto di Fisiologia clinica CNR con Giorgio Iervasi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: la Commissione regionale in visita nei centri d'eccellenza pisani

PisaToday è in caricamento