rotate-mobile
Politica

Al voto in Consiglio a Pisa il Laboratorio Comunale per l'accessibilità

Sarà in discussione in assemblea domani, martedì primo febbraio, dalle ore 14, anche in diretta streaming

Sarà in discussione, per la sua approvazione definitiva, nel Consiglio Comunale di domani primo febbraio, il Laboratorio Comunale per l’accessibilità. E’ da luglio scorso che la Commissione Politiche Sociali del Comune di Pisa è stata  impegnata per dar vita a questa importante novità istituzionale. Sono state necessarie ben 8 riunione di questa Commissione.

"Questo Laboratorio Comunale per l’accessibilità - ha commentato il consigliere Marcello Lazzeri (Lega) presidente di questa Commissione - è un organo che avrà un funzione tecnico-consultiva per rendere la città, tramite l’abbattimento delle barriere architettoniche, fruibile e inclusiva per le persone con disabilità. Farà da intermediario tra i portatori d’interesse della disabilità e i diversi soggetti, sia pubblici che privati, affinché le nuove costruzioni o quelle che devono essere ristrutturate, siano accessibili a tutti. Rientrano, per fare qualche esempio, le scuole, i giardini pubblici, teatri, cinema, ecc".

L'organo sarà composto da un coordinatore, che è il Segretario Generale del Comune di Pisa, Marco Mordacci (che sarà, a sua volta, coadiuvato da un coordinatore operativo), dai rappresentati delle varie direzioni del Comune di Pisa (ad esempio, Lavori Pubblici, urbanistica, scuola, ecc), dal Garante delle persone disabili e, infine, dai rappresentanti delle associazioni che si occupano della tutela delle persone con disabilità.

"Un organismo che è sicuramente innovativo nel panorama nazionale - conclude Lazzeri - questo Laboratorio per l'accessibilità oltre a garantire sempre più la fruibilità e la inclusività di spazi e luoghi, si prefigge, anche e soprattutto, di diffondere nella cittadinanza intera la cultura della disabilità. Questa proposta è stata approvata, dalla Commissione Politiche Sociali, all'unanimità".

"Un grande passo avanti per la città di Pisa - lo definisce l’assessore alla disabilità Sandra Munno - con l’approvazione del Regolamento si crea una nuova struttura di natura consultiva, composta dal Garante dei Diritti e dalle associazioni che operano nella disabilità. La nuova struttura costituirà uno strumento prezioso di collaborazione tra amministratori e portatori di interesse, che contribuirà a definire gli indirizzi culturali ed operativi del Piano per l’Accessibilità, supportando e coordinando la programmazione e l’attuazione di tutta l’azione amministrativa che è finalizzata a garantire l’accessibilità a edifici, spazi, beni e servizi pubblici. Come era nella nostra idea che abbiamo presentato fin dall’inizio, al tavolo della Commissione, il regolamento dovrà risultare uno strumento snello per far sì che le funzioni di questo nuovo organismo siano veramente efficaci per gli interventi e in generale le politiche per la disabilità attuate sul territorio. Siamo davvero orgogliosi come Amministrazione: certo, come tutte le novità ci sarà bisogno di un periodo per divenire esecutivo, occorrerà nominare il coordinatore del tavolo e selezionare le associazioni in base si requisiti richiesti, ma mi auguro che questo organo consultivo possa rappresentare sempre più un punto di riferimento per rendere la città di Pisa sempre più accessibile e inclusiva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al voto in Consiglio a Pisa il Laboratorio Comunale per l'accessibilità

PisaToday è in caricamento