Mercoledì, 22 Settembre 2021
social

Sant'Ubaldo: una straordinaria storia di fede dietro alla festa popolare

Vescovo di Gubbio per 31 Ubaldo fu capace di sconfiggere la corruzione ecclesiastica con integrità e semplicità. Patrono della città umbra, viene festeggiato anche a Pisa il 16 maggio

Un uomo semplice, proveniente da una famiglia facoltosa ma proteso verso l'aiuto dei più bisognosi. Devoto servitore di Dio e solido sostenitore di una chiesa popolare, accessibile anche alle persone meno acculturate. E' questo l'identikit di Sant'Ubaldo, festeggiato anche a Pisa nella settimana del 16 maggio.

1. Il precoce avvicinamento alla fede

Ubaldo Baldassini nacque intorno al 1085 in una famiglia di origine tedesca. Non c'è certezza sulla data, poiché alcune fonti riportano il 1084, altre spostano il momento della sua nascita al 1090. In ogni caso venne dato alla luce in Umbria negli ultimi quindici anni dell'11° secolo, poiché il suo biografo - Teobaldo - affermava che nel 1105 fosse nella fase adolescenziale. Alla morte del padre Rovaldo il giovane Ubaldo fu affidato allo zio, anch'egli Ubaldo, che lo avviò alla vita religiosa. I suoi biografi descrivono la sua disponibilità all'amicizia con tutti i membri della società, anche i meno desiderabili, e la sua benevolenza superiore a quella di chiunque altro. Non sono noti miracoli da lui compiuti durante la fanciullezza e la gioventù.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Ubaldo: una straordinaria storia di fede dietro alla festa popolare

PisaToday è in caricamento