rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Altro

Il migliore nel fioretto: Matteo Iacomoni è ancora campione italiano tra i Cadetti

Il fiorettista del Pisascherma ha conquistato il gradino più alto del podio, confermando il titolo ottenuto lo scorso anno

"Vincere non è mai facile, ripetersi è ancora più difficile": quante volte l'abbiamo sentito dire? Tante, perché è una sacrosanta verità. Lo sa bene Matteo Iacomoni che a distanza di un anno è salito di nuovo sul gradino più alto del podio nella categoria cadetti di fioretto, re incontrastato dell'U17. Sì perché anche se è sembrato tutto 'facile' l'insidia poteva essere sempre dietro l'angolo e un trionfo annunciato non è mai così scontato. Un piccolo passo falso al girone, nei campionati disputati a Catania, lo colloca alla sesta posizione della classifica del tabellone di diretta, ma da lì in poi poche incertezze per Matteo, forse un po’ di tensione nell'assalto degli ottavi ma poi svanita nel momento decisivo.

Nei trentadue trova il compagno di sala Jacopo Del Torto, reduce da un bellissimo assalto vinto con decisione nei sessantaquattro che riscatta il girone non affrontato al massimo delle possibilità. Un po’ di sfortuna per Jacopo ma buona la sua gara da cadetto primo anno. Per Matteo Iacomoni che in finale ha battuto il compagno di nazionale Zanardo questo titolo Italiano arriva al culmine di una stagione quasi da incorniciare nel settore U17, dopo la vittoria nella tappa di Cabries, la finale europea ed il bronzo mondiale, essere per il secondo anno consecutivo il Campione italiano è sicuramente una grande soddisfazione. Adesso per lui si apriranno nella prossima stagione le porte della categoria Giovani con nuove difficoltà, nuovi stimoli e traguardi ancora più prestigiosi da conquistare, ma sicuramente Matteo si farà trovare pronto.

Altri due bei risultati arrivano da Catania con Dalia Sveva nella spada Cadette e Irene Bertini nel fioretto Giovani, rispettivamente 5° e 7°. Per Sveva questo risultato rappresenta il primo vero traguardo di rilievo che si spera possa darle più consapevolezza per affrontare i prossimi obiettivi. Molto bella la sua gara, una sola sconfitta al girone supera l'assalto dei trentaduesimi con il punteggio di 15-9 dopo aver saltato il primo turno. Nei sedicesimi vince un assalto molto combattuto 15-14, negli ottavi 15-7 e nei quarti perde con il punteggio di 14-15 l'assalto che le poteva regalare l'agognato podio, ma rimane comunque una grande bella prestazione da cui poter far tesoro. Settimo posto per il Carabiniere Irene Bertini al suo primo anno ufficiale fra le Giovani fiorettiste, che dopo il bronzo dell'anno scorso (ancora da cadetta) non riesce ad esprimersi al meglio e con continuità fin dalla fase a gironi. Ciò non le impedisce comunque di approdare fra le migliori otto a dimostrazione delle sue indubbie capacità tecniche ma anche dell'ottima gestione degli assalti. Risultato che a Irene sicuramente sta un po’ stretto, visto che arriva al termine di una stagione che le ha regalato tante soddisfazioni, un anno lungo e faticoso che è iniziato con l'ingresso nel Centro Sportivo dei Carabinieri, il relativo corso, le prime gare da gestire con poco allenamento per poi arrivare alle due bellissime medaglie d'argento conquistate all'Europeo di Novi Sad nell'individuale e a quello a squadre nel Mondiale a Dubai.

Gran bella gara anche del cadetto Mattia Conticini che sfiora l'accesso ai quarti cedendo in un assalto sicuramente alla sua portata, privandosi così della soddisfazione di poter accedere ai primi otto. Undicesimo posto per lui, un pizzico di rammarico ma anche di soddisfazione essendo risultato il secondo miglior 2007 in gara. Stop nei sedicesimi per Lucrezia Guerrazzi nelle Giovani di Fioretto e di Spada, per Matteo Iacomoni nei Giovani nel fioretto, ed Emilia Campus nelle Cadette sempre di Fioretto. Si fermano nei turni precedenti dei trentaduesimi gli altri fiorettisti in gara per il Pisascherma, ovvero Lucilla Delitala, Marta Iacomoni e Alessandra Cinotti nelle Giovani, Giulia Neri nelle Cadette e Francesco Sidoti nei Giovani. A tutti loro vanno i complimenti dell'intera società.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il migliore nel fioretto: Matteo Iacomoni è ancora campione italiano tra i Cadetti

PisaToday è in caricamento