rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Calcio, Facci: "Il Pisa può essere una delle sorprese positive"

Mauro Facci, il direttore sportivo del Latina ed ex calciatore, dice parole positive sul Pisa e spiega le sensazioni della sua carriera da dirigente

Dopo 20 stagioni da calciatore, Mauro Facci è diventato da poco dirigente e lo ha fatto nella squadra della sua città dove ha aperto e chiuso la sua carriera ovvero quel Latina avversario del Pisa nella prima giornata del prossimo campionato. Sin da subito ha ottenuto buoni risultati dimostrandosi già calato ampiamente nel nuovo ruolo.

"C'è una grande differenza rispetto a quando facevo il calciatore - afferma Facci -  perché prima ragionavo solo per me stesso cercando di dare il massimo e gestendo la mia vita privata in modo di poter essere efficiente al 100%, mentre adesso devo pensare a risolvere le problematiche della squadra a 360° e questo è molto più impegnativo. Certo non mi aspettavo di partire così bene, ma sinceramente ci speravo. L'obiettivo era quello di sdebitarmi per quanto la società mi aveva offerto da calciatore e credo di esserci sin qui riuscito, grazie anche alla proprietà che ha fatto di tutto per mettermi nelle migliori condizioni per lavorare".

A proposito di società, ci sono stati dei cambiamenti negli ultimi tempi...
Facci: "Il presidente ha passato la mano in quanto deve risolvere dei problemi di salute, tutto qua. Ci sono state delle polemiche nei confronti dei nuovi soci, ma il tempo dirà che alcune cose sono state assolutamente travisate”.
Veniamo al Pisa, avversario di domenica. Come inquadra la squadra di mister Alessandro Pane?
Facci: "È senz'altro un'ottima squadra allenata da un tecnico veramente ben preparato. Anche se non è inserita tra le pretendenti alla vittoria finale, credo fortemente che possa dire la sua durante questo campionato".
Si è fatta molta polemica sulla divisione dei gironi in Lega Pro, che opinione si è fatto?
Facci: "È stata una divisione geografica, c'è poco da dire. Credo che il girone del sud sia molto più competitivo con squadre blasonate che hanno allestito delle rose molto valide facendo acquisti importanti: mi viene in mente il Perugia con Ciofani e Fabinho, la Nocerina con Mazzeo e il Benevento con Mancosu. Anche nel girone nord però non si scherza, basti pensare alla Cremonese che ha acquistato un elemento come Marotta".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Facci: "Il Pisa può essere una delle sorprese positive"

PisaToday è in caricamento