Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Amianto nell'acqua a San Giuliano Terme, il sindaco: "Perfettamente potabile"

Sui dati dell'Autorità Idrica Toscana che hanno rivelato nella rete idrica ad Arena Metato la presenza di fibre di amianto Sergio di Mario invita ad evitare allarmismi: "Non esiste prova che l'ingestione sia pericolosa per la salute"

Pubblicati e diffusi i dati sul monitoraggio delle reti idriche toscane l'Autorità regionale ha rilevato a San Giuliano Terme (anche a Santa Croce sull'Arno in provincia) la presenza di fibre di amianto nell'acqua. Sul tema interviene il sindaco della cittadina Sergio Di Maio: "Questa notizia ha creato un certo allarmismo, del tutto però infondato. L'acqua della rete idrica di San Giuliano Terme è perfettamente potabile".

Spiega il primo cittadino: "Nel luglio di quest'anno, a seguito di alcuni lavori alla rete dell'acquedotto, un punto di monitoraggio a Arena Metato ha rilevato la presenza di fibre d'amianto nell'acqua. La normativa italiana, così come le direttive europee, non prevede alcun limite sulla presenza di fibre di amianto nelle acque potabili. E non prevede un limite perché secondo gli studi dell'Organizzazione Mondiale della Sanità non esiste alcuna prova che l'ingestione dell'amianto sia pericolosa per la salute".

Di Maio cita fonti scientifiche e normative: "Studi epidemiologici su popolazioni esposte a concentrazioni di fibre di amianto comprese tra 1 milione e 200 milioni per litro d'acqua potabile non hanno fornito evidenza del consumo di quest'acqua e l'insorgenza di tumori gastrointestinali. Secondo il 'Safe Drinking Water Committee' della 'National Academy of Sciences' il rischio tumorale associato alla presenza di amianto nelle acque potabili sarebbe nell'ordine di 1 tumore ogni 100mila abitanti che abbiano ingerito per 70 anni di vita acque con 0,1-0,2 milioni di fibre/litro. L'unico riferimento a livello internazionale sono le indicazioni dell'Environmental Protection Agency, l'agenzia governativa ambientale statunitense, che fissa in 7 milioni di fibre di amianto per litro di acqua il quantitativo di rischio: un rischio peraltro indiretto perché legato alla possibilità che queste fibre vadano ad aumentare, tramite la normale evaporazione, il livello di fondo di quelle aereodisperse".

La presenza di amianto nella rete di distribuzione idrica è dovuta all'invecchiamento delle tubature in cemento-amianto: "Fino a quando queste tubature si mantengono integre non esiste peraltro alcun significativo rischio di cessione delle fibre di amianto: le nostre acque 'dure' formano peraltro uno strato protettivo di carbonato di calcio sulla superficie interna del tubo".

La legge italiana 257/92 ha vietato l'uso del cemento-amianto ed imposto il suo smaltimento controllato, ma non prevede la rimozione di quello utilizzato precedentemente. Il Decreto Ministeriale 14/05/96 obbliga al controllo dello stato di conservazione dei manufatti in Eternit, ma non prevede programmi di sostituzione, rientrando tale eventualità nella manutenzione straordinaria, cioè nei casi di malfunzionamenti o perdite, al pari di ogni altro materiale. Dato l'ampio uso del cemento-amianto per le reti idriche è stato diposto dall'Autorità Idrica Toscana il monitoraggio che ha poi portati ai dati attuali.

Il fatto che non ci siano prove ufficiali certe sulla pericolosità "non significa che il problema delle fibre di amianto nelle acque potabili debba essere trascurato - afferma Di Maio - un rischio esiguo, soprattutto se legato al consumo di un bene primario come l'acqua, sempre rischio resta. Non a caso, nonostante l'amianto non rientri tra i parametri da controllare secondo le vigenti Leggi, la nostra regione ha avviato una azione di monitoraggio. In base alle risultanze di questo monitoraggio vengono decise le azioni da intraprendere. Queste azioni, individuate in funzione delle diverse concentrazioni di fibre di amianto, prevedono, nel caso più favorevole, un controllo analitico ogni due anni e, nel caso più sfavorevole, la sostituzione della condotta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto nell'acqua a San Giuliano Terme, il sindaco: "Perfettamente potabile"

PisaToday è in caricamento