Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Caldo, anziani ancora più fragili: servizi di aiuto in Valdera

E' stato attivato anche nei comuni della Valdera il servizio di sorveglianza attiva che permette alle persone anziane di ricevere un sostegno per piccole commissioni quotidiani o anche in caso di emergenza

Anche quest’anno torna la rete di aiuto, che coinvolge ASL, Comuni, medici di famiglia e terzo settore, per sostenere le persone anziane in situazione di fragilità soprattutto durante la stagione estiva, quando il caldo diventa un pericolo per la salute. Non solo nella zona pisana e in Valdicecina, ma anche in Valdera sono promosse azioni per realizzare un servizio di sorveglianza attiva.

La sorveglianza attiva verso gli anziani fragili, segnalati dai medici di famiglia o dagli assistenti sociali, viene attivata dal servizio sociale della Società della Salute della Valdera e prevede un progetto personalizzato che si sviluppa attraverso contatti telefonici e visite domiciliari attivabili su richiesta per interventi di prossimità (distribuzione acqua, piccole commissioni, pratiche di utilità quotidiana, eventuale accompagnamento, allertamento del medico o del 118 per interventi di urgenza o di natura sanitaria ecc..). I cittadini per chiedere aiuto o segnalare situazioni di difficoltà potranno rivolgersi ai servizi sociali del proprio presidio distrettuale di residenza (Pontedera, Bientina, La Rosa, Ponsacco) o al  proprio medico curante oppure telefonando al n. 0587/273626 tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

L’iniziativa è promossa  dalla Regione Toscana e realizzata dalla Società della Salute Valdera in collaborazione con le Associazioni di volontariato e l’Auser nell’ambito delle attività di sorveglianza attiva per anziani fragili previste dal Piano Integrato di Salute della Valdera.

CALDO: COME COMBATTERLO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo, anziani ancora più fragili: servizi di aiuto in Valdera

PisaToday è in caricamento