Cronaca

Arresti nell'ultimo anno: Pisa è la seconda provincia in Toscana

Il procuratore capo di Pisa Alessandro Crini ha anticipato alcuni dati del report annuale dei Carabinieri

A margine della conferenza stampa in Procura a Pisa sui recenti arresti per spaccio a Pontedera, il capo dell'ufficio Alessandro Crini ha fornito alcune anticipazioni sulla comunicazione che lui stesso inoltra ogni anno alla Procura Generale di Firenze, dati che vengono poi diffusi alla cerimonia dell'apertura dell'anno giudiziario. 

L'informazione riguarda il numero degli arresti compiuti dai Carabinieri nelle varie province toscane, nel periodo che va da giugno 2018 a giugno 2019. Il report vede in testa l'area fiorentina, con 928 arresti compiuti dall'Arma. Segue Pisa, con 553. Terza Lucca con 384, più indietro Arezzo (341) e Livorno (207). Crini, per sottolineare l'impegno delle forze dell'ordine, ha spiegato che "si parla di ogni tipo di reato e degli arresti compiuti solo dai Carabinieri, i quali, grazie alla diffusione sul territorio, coprono circa il 70-80% degli arresti. E' un dato quindi rappresentativo delle varie situazioni. Si evince come Pisa sia territorialmente impegnativa, forse la provincia più critica a livello distrettuale, se si considera che i dati sono poi stabili per tutte le province. A Pisa sono 5 anni che si superano i 500 arresti, quasi il triplo di un'area simile come quella di Livorno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti nell'ultimo anno: Pisa è la seconda provincia in Toscana

PisaToday è in caricamento