Rissa con coltello e pezzi di vetro in viale Gramsci: 20enne in carcere

L'episodio risale all'estate scorsa: due tunisini finirono in ospedale per le lesioni causate da due connazionali

Una rissa con accoltellamenti avvenuta l'11 giugno 2019 in viale Gramsci a Pisa, a due passi dalla stazione ferroviaria. Nel corso dell'episodio due tunisini avevano aggredito armati di coltello e frammenti di vetro altri due connazionali, causando loro lesioni guaribili rispettivamente in 20 e 40 giorni. Mentre uno dei due aggressori si trova già in carcere per analoga vicenda, l'altro, un giovane 20enne, è stato arrestato nei giorni scorsi dai Carabinieri della Compagnia di Pisa.

I militari della Sezione Operativa hanno notificato al ragazzo, presentatosi spontaneamente con il proprio avvocato, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Pisa, per reati contro la persona. Il 20enne è stato quindi accompagnato presso il carcere Don Bosco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento