Alla vista degli agenti tenta di fuggire calandosi dalla finestra di casa

L'uomo, irregolare sul territorio nazionale e con numerosi precedenti per spaccio, è stato sottoposto a decreto di espulsione e accompagnato al centro di permanenza e rimpatrio di Gorizia

Alla vista degli agenti ha tentato di fuggire calandosi dalla finestra dell'appartamento situato al primo piano. E' quanto accaduto nella tarda serata di ieri, 24 agosto, a Marina di Pisa. La vicenda ha a che fare con l'operazione compiuta dalla polizia di Pisa la scorsa settimana, che ha portato alla denuncia di 9 persone per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso sorpresi con della droga e materiale per il confenzionamento in un'abitazione del litorale. Tra loro anche un tunisino che, proprio all'interno dell'abitazione stava scontando gli arresti domiciliari per numerosi reati, tra cui: traffico di stupefacenti, ricettazione, rissa e lesioni.

In seguito all'operazione la Procura della Repubblica di Pisa ha provveduto a chiedere per l'uomo l’aggravamento della misura cautelare, con il Gip che quindi ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Quando gli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volante, nella tarda serata di ieri, sono andati ad eseguire la misura presso l’abitazione del malvivente, all’interno della stessa era presente anche il fratello del tunisino che, alla vista dei poliziotti, ha tentato la fuga calandosi da una finestra del primo piano, collocata sul retro dell’abitazione. Ad attendere l’uomo, tuttavia, c’erano già due poliziotti che circondavano l’abitazione, che hanno prontamente bloccato il fuggitivo che è poi risultato destinatario di numerosi precedenti penali tra cui lo spaccio di sostanze stupefacenti, oltre ad essere irregolare sul territorio nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine degli adempimenti di rito, il tunisino, già destinatario degli arresti domiciliari, è stato condotto in carcere al Don Bosco, mentre il fratello, sottoposto a decreto di espulsione, è stato accompagnato al centro di permanenza e rimpatrio di Gorizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, crescono i contagi: 755 nuovi positivi

  • Una delle pizzerie più buone d'Italia: Gusto al 129 premiata da Gambero Rosso

  • Coronavirus, 581 nuovi casi in Toscana: un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus nel pisano: 39 casi a Pisa, 26 a Cascina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento