Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Centri aggregativi giovanili: un sostegno e un luogo d'incontro per i ragazzi

Venerdì e sabato al centro SMS è in programma l'evento CreArtispazio dove si svolgeranno vari tipi di eventi, tra musica, danza, laboratori ed esposizioni. Cinque i centri aggregativi attivi sul territorio pisano. E poi sportello d'ascolto e consultorio

Sarà l'occasione per stare insieme e fare il punto sulle attività dei centri giovanili della zona pisana la manifestazione che si svolgerà venerdì 6 e sabato 7 novembre al centro espositivo SMS. CreArtispazio sarà dedicata ai giovani tra i 14 e i 25 anni e organizzata dalla Società della Salute insieme alla Cooperativa Arnera e ai centri aggregativi del territorio. Dalle ore 15 alle ore 20 esposizioni, laboratori, giochi di ruolo, eventi artistici e musica acustica; venerdì alle 18 dibattito sulla mobilità studentesca, sabato pomeriggio esibizioni di breakdance e parkour.

Sul territorio pisano agiscono un gran numero di associazioni giovanili (sportive, culturali, studentesche…), occasioni diffuse di protagonismo. Nonostante ciò non tutti i giovani trovano spazi d’espressione in questi contesti: l’evento all’SMS e i centri aggregativi, con i loro operatori e operatrici adeguatamente formati, vogliono offrire ulteriori occasioni per esprimere, sperimentare e mettere alla prova la propria creatività, le proprie capacità ed i propri talenti. Si propone quindi di offrire ai giovani, in contatto e contattabili dai servizi, uno spazio/tempo dove potersi mettere alla prova e diventare protagonisti, accompagnati e supportati dagli operatori stessi nell’organizzazione e gestione dell’evento.

GLI INTERVENTI PER I GIOVANI SUL TERRITORIO PISANO

Centri aggregativi e lavoro di strada: numeri e attività (dati primo semestre 2015)
I centri di aggregazione sono spazi a libero accesso, rivolti a 12/25enni, aperti tre pomeriggi alla settimana, dove i giovani possono incontrare e parlare con gli operatori, giocare fra di loro, fare proposte di attività e collaborare alla loro realizzazione (laboratori, feste, piccoli eventi, partecipazione alle iniziative del territorio…). L’animazione strutturata, la peer education, l’organizzazione di feste ed eventi, i giochi psicopedagogici, i giochi di gruppo, i laboratori, l’ascolto attivo, il circle-time, la gestione del gruppo dei pari diventano occasioni per imparare a comunicare se stessi, a confrontarsi, a gestire conflitti.

GiovaniLab (Quartiere CEP- Pisa) Lunedì, mercoledì e giovedì 15.00/19.00
54 utenti (30 maschi e 24 femmine), 707 passaggi, 5 lab/eventi (60 partecipanti)

Spazio ai Giovani (Vicopisano) Lunedì, mercoledì e giovedì 15.30 - 19.30
70 utenti (57 maschi e 13 femmine), 597 passaggi, 7 lab/eventi (150 partecipanti)

Agorà (Vecchiano) Martedì, giovedì e sabato 15.00 - 19.00
22 utenti (14 maschi e 8 femmine), 193 accessi, 13 uscite e 2 eventi (67 partecipanti)

Biliko (Pisa Centro storico) Lunedì, Mercoledì e venerdì 15.00 - 19.00
80 utenti (55 maschi e 23 femmine), 2 eventi (50 agganci)

La Zattera (San Giuliano Terme) Martedì e giovedì 15.00 -20.00
98 utenti (65 maschi e 33 femmine), eventi/lab 2 (165 partecipanti)

Le cinque équipe lavorano in rete tra loro e con il territorio ed i suoi servizi per valorizzare le diverse risorse e costituire un insieme di punti di riferimento solidali attorno ai giovani. L’èquipe Open Space, formata dalle cinque équipe, ha seguito 8 eventi con 140 giovani organizzatori (94 maschi e 46 femmine) e più di 2000 partecipanti.


Sportelli d’ascolto scolastici
Negli Istituti superiori di Pisa sono attivi gli sportelli d’ascolto gestiti dalle psicologhe del Consultorio Adolescenti. Nell’anno scolastico 2014/2015 sono stati ascoltati 299 studenti (85 maschi, 214 femmine), 89 insegnanti (17 maschi, 72 femmine) e 86 genitori (21 maschi, 65 femmine). Sono anche stati condotti laboratori in 105 classi (di cui 19 prime) relativi ai temi delle relazioni interpersonali, empatia, consapevolezza di sé ed emozioni. Le tematiche che emergono dai colloqui con i giovani toccano tutti gli ambiti della loro vita (scuola, famiglia, relazioni tra pari e di coppia, identità e sofferenza psicologica). I docenti portano le difficoltà di relazione con un alunno o una classe, le preoccupazioni rispetto a singoli casi di sofferenza e le difficoltà di comunicazione rispetto a giovani e genitori. I genitori portano le preoccupazioni e le difficoltà di accettazione dell’autonomia dei figli.

Consultorio adolescenti
In via Torino 8 è aperto il martedì pomeriggio dalle 14 alle 18. L’accesso è libero, gratuito e non necessita di prenotazione. E’ rivolto a giovani tra i 14 e i 23 anni e mette a disposizione un’équipe (ginecologa, endocrinologo, psicologa, assistente sociale e ostetrica) che attraverso informazioni, visite specialistiche, colloqui e incontri di gruppo accompagnano i giovani nei temi quali sessualità, contraccezione, malattie sessualmente trasmesse, sviluppo corporeo e psicologico, relazioni affettive e familiari, nutrizione, etc.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri aggregativi giovanili: un sostegno e un luogo d'incontro per i ragazzi

PisaToday è in caricamento