Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Volterra

Incendi: a Volterra il più grande centro di rifornimento della Provincia di Pisa

I lavori, che consentiranno di dare vita anche ad un acquedotto agricolo di grande importanza, sono finanziati dalla Regione Toscana. A disposizione 250mila metri cubi d'acqua per il servizio antincendio e l'irrigazione

E' partita la grande operazione di messa in sicurezza, recupero e nuova funzionalità degli invasi. Quelli che daranno vita non solo ad un acquedotto agricolo di notevole importanza, ma che saranno anche il più grande centro di rifornimento antincendio della Provincia di Pisa. Tutta l’operazione è condotta dal Consorzio di Bonifica Valdera guidato da Edoardo Villani e diretto dall’ingegnere Gianluca Soro. Sono in consegna i primi lavori, ovvero quelli di manutenzione straordinaria e adeguamento del corpo diga e delle opere accessorie dell’invaso Pavone. Si tratta di lavori per oltre mezzo milione di euro finanziati dalla Regione Toscana. Le opere si concluderanno con la fine di novembre.

Solo l’invaso Pavone contiene 70mila metri cubi d’acqua. "Si attua così - dice il commissario straordinario del Consorzio Edoardo Villani - un passo fondamentale del pieno recupero di una risorsa d’acqua importante. In futuro il Pavone sarà dotato di un sistema di telecontrollo".


Per l’altro invaso, il Cavalcanti, ci vorrà ancora tempo per effettuare ulteriori approfondimenti tecnici. Gli invasi di Volterra sono un grande risorsa della Provincia di Pisa, un piccolo tesoro di 250 mila metri cubi d’acqua, che in futuro sarà a disposizione appunto del servizio antincendio e dell’irrigazione agricola per almeno 50 aziende.

Sono in fase di gara invece i lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento del corpo diga e delle opere accessorie dell’invaso Cavalcanti. In questo caso saranno opere per oltre 700mila euro finanziate dalla Regione Toscana. I lavori sono previsti a dicembre 2013 e termineranno a giugno 2014. Tra gli impegni della Bonifica Valdera a Volterra c’è anche la manutenzione e recupero dell’equilibrio idrogeologico e dell’erosione costiera sul botro della Fraggina: un cantiere da 187mila euro che per 85 per cento è finanziato dalla Regione Toscana e per la parte residua dallo stesso Consorzio di Bonifica Valdera.
Le opere sono in fase di consegna e il cronoprogramma prevede la conclusione entro giugno 2014.

Infine sono stati consegnati i lavori di manutenzione e recupero dell’equilibrio idrogeologico e dell’erosione costiera sul Botro della Macinaia e Botro delle Balze. Si tratta di un importante cantiere da 120mila euro anche in questo caso finanziato dalla Regione Toscana e dal Consorzio di Bonifica Valdera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi: a Volterra il più grande centro di rifornimento della Provincia di Pisa

PisaToday è in caricamento