rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Novel food: il 'no' dei panificatori alla farina di grillo

Assipan Confcommercio Pisa respinge al mittente (l'Unione Europea) l'autorizzazione all'utilizzo della polvere di Acheta domesticus

"Siamo contrarissimi all'utilizzo della farina di grillo per la produzione di pane e prodotti da forno, in questo modo si va a deturpare la millenaria tradizione del pane artigianale italiano riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo". E' netta la posizione del delegato Assipan Confcommercio Pisa Maurizio Figuccia sul nuovo regolamento 2023/25 dell’Unione Europea che autorizza ufficialmente l’immissione sul mercato della polvere di Acheta domesticus (grillo domestico).

"La questione è molto seria. In questo modo andiamo a intaccare una tradizione che tutto il mondo ci invidia: siamo l'unico paese che può vantare oltre 100 tipi di pane prodotti in tutta la penisola e tre marchi Dop, tra i quali il pane toscano. Un patrimonio straordinario ricco di storia e tradizione che deve essere tutelato e salvaguardato dal governo. Comprendiamo i processi di globalizzazione e le collegate evoluzioni gastronomiche, ma riteniamo indispensabile in primo luogo adottare misure per la tutela dei forni artigianali, che in Italia assicurano il 70% della produzione di pane, e che vengano assicurate prima di tutto la qualità della materia prima, la bontà del prodotto, e la tutela delle nostre imprese".

"L'autorizzazione all'utilizzo della farina di grillo è una minaccia a un patrimonio ultrasecolare di professionalità e artigianalità che hanno reso il pane artigianale un prodotto di eccellenza del nostro Made in Italy" afferma il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli. "Panificatori e titolari di panifici, che già lottano ogni giorno per tenere in piedi la propria attività, schiacciati dall'aumento dei prezzi di gas e luce e dei costi delle materie prime, e alle prese con margini di guadagno ridotti all'osso non sentivano davvero il bisogno di questa novità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novel food: il 'no' dei panificatori alla farina di grillo

PisaToday è in caricamento