Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Degrado urbano a Pisa: una piattaforma web a disposizione dei cittadini pisani

Un'applicazione web completamente gratuita promette di combattere il degrado urbano a Pisa e provincia e conta sulla partecipazione di tutti i cittadini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Cosa può fare un cittadino per il proprio comune? Poco o nulla, verrebbe da dire, ma,grazie alla tecnologia, si può fare moltissimo. La startup AidYourCity - attiva anche sul territorio di Pisa e provincia - si prefigge la finalità dare a tutti l'opportunità di fare qualcosa per la propria città, con un impegno diretto, così da trasformarsi in cittadini attivi della propria comunità.

Si tratta di servizio web gratuito che permette a tutti i membri registrati di far sapere sul web i problemi in una determinata area: non importa che sia il paese in cui si abita, dove si lavora, di vacanza o solo di passaggio, l'importante è essere puntuali nella spiegazione del problema stesso. Una volta che la problematica è segnalata, questa sarà visibile su una mappa accessibile a tutti (utenti registrati e non), con la possibilità per gli altri cittadini di postare un commento o di fare aggiunte alla segnalazione mediante l'upload di immagini, filmati e link.

La piattaforma AidYourCity non è però solo un ricevitore di segnalazioni. L'autentica specificità del servizio è da ricercarsi nel fatto che il testo della segnalazione viene mandato a mezzo email, quasi in tempo reale, all'ente preposto alla sua risoluzione nel territorio in questione, in questo caso il comune di Pisa o le amministrazioni locali del Pisano. L'amministrazione è quindi chiamata a dare risposte alla denuncia,spiegando come e quando ha in programma di risolvere la criticità segnalata.
Le risposte del comune saranno visualizzate anch'esse da tutti i membri del sito, che assumono in questo modo anche il ruolo di controllori dell'operato degli enti locali. Un sindaco, ad esempio, non potrà ignorare le segnalazioni e semplicemente cestinare la richiesta di intervento:
essendo tutto tracciabile e visualizzabile online, l'amministratore avrà interesse a tutelare il proprio buon nome e sarà quindi invogliato a porre fine a quanto richiesto in tempi brevi.Solitamente si ha un tasso considerevole di comunicazioni positive da parte dei comuni e quasi tutti gli enti che ricevono le segnalazioni annunciano tempestivamente gli interventi che saranno realizzati.

Nell'eventualità in cui un ente non dia alcun cenno, il programma invierà una comunicazione al membro segnalante dopo un paio di mesi, con l'invito di fornire aggiornamenti sulla segnalazione effettuata: se, malgrado la negligenza nel comunicarlo, si è arrivati ad una soluzione, potrà modificare lo status della denuncia sulla voce "risolto", mentre invece, se non è cambiato nulla, si potrà rispedire un sollecito.
Attualmente le denunce più diffuse sono le segnalazioni di buche stradali e i problemi legati alla viabilità (segnaletica assente o fuorviante, semafori non funzionanti e discariche abusive ai bordi della carreggiata). Si può però segnalare qualsiasi problema non di emergenza, dai veicoli abbandonati all'incuria delle aree verdi.
Perché il progetto possa funzionare a dovere anche a Pisa è opportuno che si mobilitino i cittadini più attivi sul web, i cosiddetti "urban blogger": per loro e per tutte le testate locali online è disponibile un'applicazione gratuita che permette di offrire sul proprio sito tutti i servizi di AidYourCity.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado urbano a Pisa: una piattaforma web a disposizione dei cittadini pisani
PisaToday è in caricamento