rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Roma

Finto allarme bomba negli ospedali: si cerca il responsabile

L'azienda ospedaliera denuncia il grave gesto dell'anonimo che ha lanciato il finto allarma bomba, facendo evacurare alcuni edifici del Santa chiara e Cisanello. Gli inquirenti indagano sull'episodio

Ieri mattina una telefonata anonima aveva informato della presenza di due ordigni nell'edificio 9 del Santa Chiara e nel pronto soccorso di Cisanello. Per fortuna si è trattato di un falso allarme, anche se per colpa di un inutile scherzo sono state evacuate persone e pazienti dagli edifici ospedalieri.

"Il gesto di un irresponsabile, sulle cui tracce lavorano ora gli inquirenti - fanno sapere dall'Aoup (azienda ospedaliera universitaria pisana) - e che dovrà rispondere di tutti i reati di cui è colpevole, ha provocato l’evacuazione progressiva, come da piano di sicurezza aziendale, di alcuni edifici sia all’ospedale Santa Chiara sia a Cisanello, dopo che una telefonata anonima giunta negli uffici amministrativi segnalava la presenza di due ordigni che, secondo l’anonimo allarmista, sarebbero esplosi a mezzogiorno di ieri".

Dopo la telefonata è partita immediatamente la segnalazione alle forze dell’ordine e, contestualmente, la direzione ha attivato le procedure per l’evacuazione progressiva degli edifici indicati nella telefonata. "La voce anonima non aveva specificato se si riferisse all’ex Pronto soccorso del Santa Chiara o al nuovo di Cisanello - spiegano dall'Aoup - così si è deciso di attivare il piano di evacuazione progressiva anche lì, spostando in sicurezza i presenti,  sistemati temporaneamente nell’Edificio 30. Le operazioni di sgombero si sono svolte con estrema compostezza, sotto la supervisione delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco, coordinati dalla Prefettura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto allarme bomba negli ospedali: si cerca il responsabile

PisaToday è in caricamento