Cronaca

Il Monte Serra brucia ancora, fiamme in lucchesia: situazione sotto controllo

Il rogo è divampato stavolta a Pieve di Compito, sul versante lucchese del monte già martoriato dal fuoco la scorsa settimana. Gli aggiornamenti in diretta

Le fiamme a Pieve di Compito

Un incubo che sembra non finire mai. Ancora fiamme sul Monte Serra, stavolta a Pieve di Compito, sul versante lucchese, opposto rispetto a quello di Calci e Vicopisano, bruciato la scorsa settimana. Le fiamme sono divampate nella notte appena trascorsa, tra domenica 30 e lunedì 1 ottobre, e sono in corso le operazioni di spegnimento.

Le maggiori preoccupazioni riguardano le fiamme 'in chioma' che risalgono la collina minacciando alcune abitazioni e diverse centinaia di ettari di bosco. La vegetazione è simile a quella del versante pisano, con vaste pinete e fitto sottobosco. 
Nonostante alti valori di umidità e qualche millimetro di pioggia caduta, il fuoco è molto attivo e il vento ostacola lo spegnimento.

E' stato richiesto l'invio di mezzi nazionali ed elicotteri per le prime ore della giornata. Intanto a terra stanno lavorando squadre antincendi boschivi locali ed altre dirottate dall'incendio di Calci (dove la situazione è tranquilla, in attesa delle piogge previste nel pomeriggio).
La sala operativa della Regione sta inviando altre squadre dalle province limitrofe. Sul posto presente personale dei Vigili del Fuoco.
Al momento sono 4-5 gli ettari di bosco bruciato.

Un altro incendio boschivo è inoltre divampato nella notte in località Contra, nel comune Camaiore (Lucca), dove si stima un ettaro di superficie interessata.

A Calci e Vicopisano in azione contro la pioggia

Gli aggiornamenti in diretta

Ore 17.30. Ancora in azione un elicottero e circa 12 squade a terra. I Canadair sono invece rientrati a causa delle condizioni meteo. Sono stati attivati due escavatori per riuscire a delimitare la zona prima della notte. Siamo a circa 24 ettari di bosco andati in fumo. I volontari dell'antincendio boschivo e i Vigili del Fuoco resteranno al lavoro per bonificare la zona e scongiurare la ripresa di focolai tutta la notte fino a domani mattina.

Ore 13. Come comunica il sindaco di Capannori Luca Menesini, "le fiamme sono circoscritte, nessuna famiglia è stata evacuata, circa 10 ettari di bosco andato in fiamme. Sulle cause si parla di un fulmine ma i Carabinieri Forestali non escludono alcuna pista e quindi aspettiamo che possano lavorare per chiarire la dinamica di questo incendio divampato alle 4 del mattino circa e ancora da finire di domare".

Ore 12.30. L'incendio è circoscritto. In corso le operazioni di spegnimento dei focolai, non ci sono nuovi fronti.

Ore 11. Anche i Vigili del Fuoco di Pisa stanno operando con una squadra in supporto del personale del Comando di Lucca.

Ore 10.30. È arrivato il secondo Canadair per spegnere l'incendio di Pieve di Compito. Il fuoco è partito da località Michelucci e il vento l'ha spostato verso ovest. La parte bassa, vicino alle case, è sotto controllo.

Ore 10.15. Secondo quanto affermato dal sindaco di Capannori Luca Menesini, che si trova sul posto, le fiamme potrebbero essere state originate da un fulmine.

Ore 10. E' operativo dalle 8,15 il primo dei due Canadair che sono stati inviati per fronteggiare gli incendi scoppiati sul versante lucchese del Monte Serra, mentre il secondo dei due velivoli nazionali è atteso a momenti. Già in azione anche due elicotteri della flotta regionale. Sono venti le squadre di operai forestali e volontari dell'organizzazione regionale antincendi boschivi impegnate attualmente sui due fronti di fuoco e un'altra decina di squadre è in arrivo nella zona inviata dalla Sala operativa regionale. Circa 10 gli ettari percorsi dal fuoco.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Monte Serra brucia ancora, fiamme in lucchesia: situazione sotto controllo

PisaToday è in caricamento