Commercio, incontro Confesercenti-Comune: "Orari di vendita alcolici stretti e bancarelle al Santa Chiara"

L'associazione spiega le indicazioni emerse dal faccia a faccia avuto con l'amministrazione

Si è svolto oggi, 1 agosto, un confronto di 3 ore tra Confesercenti Toscana Nord ed il sindaco Michele Conti, affiancato dall’assessore Paolo Pesciatini e dal capogabinetto Massimo Donati, sui temi del commercio, con particolare riferimento al regolamento per le attività alimentari e pubblici esercizi del centro storico entrato in vigore venerdì scorso. Nutrita la delegazione dell’associazione, composta dal presidente area pisana Luigi Micheletti, dal vicepresidente Massimo Rutinelli, dal responsabile Simone Romoli, dal responsabile pubblici esercizi centro storico Federico Benacquista, dalla rappresentante dei locali della zona Vettovaglie Benedetta Ferrigno e dal coordinatore sindacale Giulio Garzella.

Sulla questione del regolamento da Palazzo Gambacorti sono stati espressi alcuni chiarimenti interpretativi, soprattutto sugli articoli più contestati dagli imprenditori riguardanti gli orari di somministrazione di alcolici: "Abbiamo ottenuto un chiarimento atteso dai tanti operatori che si erano rivolti alla nostra associazione - spiega Luigi Micheletti - riguardante il divieto di somministrare alcolici dopo la mezzanotte nelle aree esterne dei locali occupate regolarmente. Tale divieto vale solo per chi ha attrezzature per la vendita di alcolici esterne al locale stesso. In caso contrario si potrà servire ai tavolini esterni gli alcolici anche dopo mezzanotte con il termine delle una dalla domenica al giovedì e quelle delle 1.30 il venerdì e il sabato".

Un chiarimento interpretativo che mette un po’ di ordine in un regolamento che disciplina tutto il settore e che il Comune ha redatto anche per consentire nuove aperture nel centro storico, mettendo fine al blocco imposto dalla precedente amministrazione. Ancora Micheletti: "Lo spirito del regolamento e finalmente la possibilità di riaprire il mercato delle attività nel centro storico è stato da noi condiviso. Non invece le modalità ed i vincoli per raggiungere questi obiettivi a cominciare dai limiti orari troppo stringenti per lo stop agli alcolici e per i quali abbiamo già presentato nei giorni scorsi un documento ufficiale. A tale proposito il sindaco Conti - dice ancora il presidente area pisana - ha annunciato per la prossima settimana un nuovo incontro con le associazioni di categoria per una prima verifica degli effetti dell’entrata in vigore del regolamento. Verrà inoltre realizzato un vademecum da distribuire ai pubblici esercizi del centro storico per spiegare i termini pratici di applicazione del nuovo regolamento".

Nell’incontro con l’amministrazione comunale sono stati affrontati altri temi, fra i quali il contributo per le illuminazioni natalizie: "Confermato il contributo di 25mila euro a titolo di contributo insieme ai commercianti" dice Micheletti, ed il caso delle bancarelle del Duomo. "Con il sindaco - conclude il rappresentante - abbiamo convenuto, alla luce della sentenza del Consiglio di Stato sul bando per l’ospedale Cisanello, di convocare un incontro urgente con i vincitori del bando, associazioni di categoria, Comune e Sovrintendenza per affrontare la questione sia della sede definitiva che di quella temporanea. La posizione dell’amministrazione comunale, ci è stato ribadito, è che entrambe queste sedi dovranno essere all’interno del Santa Chiara".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento