La storicità della residenza non fa crescere la nostra città

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Prima gli italiani o prima i cittadini che pagano le tasse e rispettano le norme della convivenza civile? Nel documento unico di programmazione redatto dalla Giunta Conti si parla di revisione delle modalità di accesso ai nidi dell'infanzia, rivedere quindi procedure e criteri con i quali vengono assegnati i posti negli asili nido premiando chi è da piu' tempo residente nel territorio comunale.

Ma Pisa è una città con 90 mila abitanti effettivi, molto di piu' sono quelli che lavorano a Pisa o hanno scelto di abitare nei comuni limitrofi perchè il costo delle abitazioni è piu' accessibile. Di questo il Sindaco Conti non parla, dei pisani "emigrati" nella Provincia per motivi economici e per la speculazione immobiliare che ha innalzato i costi degli affitti e delle case. E tra questi lavoratori molti sono coloro che portano dietro figli iscrivendoli alle scuole pisane.

Forse che questi lavoratori, o lavoratrici che siano, sono cittadini di serie B, lavorano nelle aziende pisane, pubbliche e private, e dovrebbero per la non residenza pagare lo scotto di essere esclusi dalle scuole? E che dire poi dei tanti ex studenti che hanno deciso di mettere radici a Pisa  e non potendo contare su anzianità di residenza (quanti di loro avranno pagato affitti al nero per anni?) dovranno rinunciare a mettere su famiglia nella città che considerano loro?

E infine la storicità della residenza avrà la meglio su altri criteri sociali e di reddito penalizzando magari le famiglie meno abbienti' E avere un figlio o una figlia al nido potrebbe consentire a chi non ha un lavoro di cercarlo o  a chi lo possiede di non dissanguare le esangue finanze con baby sitter. La storicità della residenza non tiene conto di innumerevoli fattori che invece andrebbero presi in esame, chi l'ha elevata a criterio di accesso sembra non conoscere l'economia e la storia stessa della nostra città.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento