Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Corso Giacomo Matteotti

Pontedera: gli esercenti dicono no ai nuovi gazebo, ma il Comune non fa dietrofront

Per quanto riguarda il nuovo regolamento per l'occupazione del suolo pubblico nel centro cittadino, l'amministrazione comunale, nonostante la contrarietà dei titolari dei locali, va avanti e presenterà la sperimentazione in Consiglio Comunale

Il rendering delle possibili strutture

Gli esercenti storcono la bocca, ma l'amministrazione comunale va avanti per la sua strada, pur accogliendo alcune osservazioni di natura tecnica proposte dagli stessi commercianti. A tenere banco tra i tavolini dei locali del centro storico di Pontedera è ancora la questione dei gazebo. Ieri si è infatti svolto l'incontro tra il vicesindaco Angela Pirri e i titolari di bar e ristoranti ai quali è stato illustrato il nuovo regolamento per l'occupazione del suolo pubblico nel centro commerciale naturale, una sperimentazione lunga 48 mesi che prevede la possibilità di installare strutture cosiddette pesanti e leggere (a seconda delle strade, come verrà stabilito dalla Polizia Locale) per 12 mesi all'anno, senza la necessità di toglierle come previsto dall'attuale regolamento, tanto criticato dagli esercenti. Per l'amministrazione comunale si tratta di un andare incontro alle richieste più volte manifestate dai lavoratori, ma dai titolari dei locali invece arriva una bocciatura, soprattutto per quanto riguarda i costi di queste strutture e la difficoltà ad ammortizzare le spese, dopo quelle già sostenute per l'acquisto degli attuali.

Ma dal Comune nessun dietrofront. "L'amministrazione comunale ritiene di aver posto sul tavolo un'apertura significativa per dare risposte a questioni poste dagli stessi operatori - fanno sapere da Palazzo Stefanelli - una proposta che deve necessariamente tenere in considerazione le diverse esigenze: sia l'interesse dei commercianti a poter utilizzare gli spazi pubblici per fornire un servizio alla cittadinanza, e sia il diritto di ogni cittadino alla fruizione e alla qualità degli spazi pubblici. Peraltro si tratta di una proposta necessariamente sperimentale che ricalca da vicino anche analoghe scelte fatte dalle principali e più vicine città".

"Questa amministrazione, per le ragioni appena esposte, presenterà quindi la proposta di nuovo regolamento di disciplina dell'occupazione del suolo pubblico nel Consiglio Comunale di martedì 24 febbraio - affermano ancora dal Comune - presenterà un regolamento che accoglie alcune delle osservazioni su delle 'specifiche tecniche' che sono state sollevate durante l'incontro di ieri. L'intento del Comune è quello di fornire una opportunità in più agli esercenti che nulla toglie a quanto già in vigore. Coloro che vogliono continuare ad allestire i gazebo con l'attuale regime potranno proseguire a farlo. Gli esercenti che vorranno aderire al nuovo regime normativo – e alla conseguente sperimentazione di 48 mesi - potranno farlo entro il 31 dicembre del 2015. Il Comune continuerà, nel contempo, il tavolo di confronto con i pubblici esercizi e con le associazioni di categoria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera: gli esercenti dicono no ai nuovi gazebo, ma il Comune non fa dietrofront

PisaToday è in caricamento