Pedonalizzazione lungomare a Marina: "Sarà ultimo tassello di riqualificazione, basta polemiche"

Il capogruppo di Pisa nel Cuore-Fratelli d'Italia Maurizio Nerini chiude la diatriba in corso fra le associazioni di categoria

Pedonalizzazione sì, pedonalizzazione no. Le modalità di decisione forse da rivedere, su questo sono state d'accordo le associazioni di categoria dei commercianti, distanti però sulle posizioni in merito. Dopo le critiche di Confcommercio all'amministrazione, anche Confesercenti si esprime sulla modifica dell'ordinanza sul litorale, che ha ridotto il periodo di chiusura del lungomare di Marina. 

"Per la seconda volta nel giro di poche settimane - dicono il presidente Confesercenti Litorale Alessandro Cordoni e la presidente del Ccn di Marina Simona Rindi - ha prevalso giustamente il buon senso e il Comune di Pisa ha revocato per la seconda volta l'ordinanza di chiusura del lungomare. Una nuova chiusura che risultava davvero incomprensibile alla luce delle mutate condizioni metereologiche e che rendeva soddisfatti, così come per il primo provvedimento, una sparuta minoranza a discapito non solo della maggioranza dei colleghi ma anche dei residenti. Seconda ordinanza che ci aveva lasciati di stucco soprattutto per il metodo dell'amministrazione comunale che ha scelto di non convocare le associazioni, o almeno la nostra, per discutere del nuovo provvedimento. provvedimento che ha di fatto penalizzato la stragrande maggioranza dei commercianti, ancor più in questo periodo in cui anche i turisti estivi erano spariti. Così come nelle ore torride dell'estate con il lungomare deserto, lo stesso è accaduto in questa stagione che sicuramente non invitava il passeggio. Residenti e commercianti che vivono Marina lo hanno manifestato chiaramente all'amministrazione comunale che, così come nelle settimane scorse, ha fatto di nuovo un passo indietro. Di questo siamo soddisfatti, ma chiediamo che non si dia più ascolto a chi dimostra di non essere rappresentativo affidandosi al giudizio di operatori che non hanno la loro attività sul lungomare". 

La diatriba fra associazioni è andata avanti da tempo. A mettere un punto sulla questione è il capogruppo di Pisa nel Cuore-Fratelli d'Italia Maurizio Nerini: "Leggo ancora una volta sulla stampa l'assurda battaglia sulla chiusura del Lungomare e mi rendo conto di quanto sia sterile discuterne. Noi abbiamo un piano omogeneo e complessivo già avviato per il litorale e in special modo per Marina che si sta sviluppando con la riqualificazione delle quattro piazze: Baleari realizzata, Gorgona in cantiere, Viviani in progettazione e piazza Sardegna. Il Lungomare sarà l'ultimo tassello di collegamento così come hanno voluto, scritto e votato i Consigli comunali della precedente consiliatura e quello in carica con atti ben precisi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nell'ultimo Odg della Prima Commissione Consiliare - insiste - votato in Consiglio si affermava che: '... la 1° Commissione Consiliare Permanente visti i precedenti atti di indirizzo del Consiglio Comunale, ritiene che la chiusura del Lungomare possa avvenire solo dopo la completa riqualificazione del Lungomare stesso, dopo percorsi partecipativi e dopo la creazione di strutture che tornino a rendere fruibile la balneazione'. Il Lungomare del resto è chiuso: la domenica, per le feste, tutte le sere d'estate, per i mercati estivi e straordinari. La volontà di pochi non può prevalere su quella di tutti e le decisioni sono prese sentendo tutti e valutando tutte le opzioni, le imposizioni non sono contemplate e nemmeno gli interessi di bottega. La democrazia è una bella cosa, ma quando gli organi democraticamente eletti si esprimono credo che sia giusto tacere".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana, quasi 2mila nuovi casi positivi nelle ultime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento