Cronaca

People Mover avanti tutta: entro febbraio l'assegnazione dei lavori

In una riunione tra l'amministrazione comunale e Ferrovie dello Stato si è affrontata non solo la questione del collegamento veloce stazione-aeroporto, ma anche quella della riqualificazione del patrimonio dismesso delle Fs

La discussione intorno al People Mover, che permetterà di avere un collegamento super veloce tra la stazione e l'aeroporto, va avanti, dopo le domande presentate dalle aziende specializzate che hanno risposto al bando. E in un incontro tra amministrazione comunale e Ferrovie dello Stato, a cui hanno partecipato anche Sat, Pisamo e Centostazioni, il dibattito ha avuto proprio come suo fulcro il treno delle meraviglie, accanto alla questione del riutilizzo del patrimonio dismesso delle Ferrovie delle Stato, composto da aree ed edifici non più utilizzati, al centro di un’analisi urbanistica per il loro recupero. Ma il dibattito si è allargato anche a Sesta Porta, Centostazioni, Dopolavoro ferroviario e Progetto stazione.

"Dobbiamo valutare approfonditamente cosa poter fare con il patrimonio di Fs oggi dismesso - ha detto Filippeschi - il tal senso il Comune è molto interessato e disponibile ad intavolare una programmazione urbanistica che abbia un riscontro non solo cittadino ma anche Regionale".

Dello stesso avviso l'ingegner Ferrazza di Fs-Sistemi urbani che si è detto "disponibile ad avviare un percorso che arrivi ad una finalizzazione, rimanendo aperti a qualsiasi proposta avanzata", mentre sull’utilizzo di aree per i parcheggi "è possibile fare un piano per il miglioramento della viabilità nelle aree adiacenti alla Stazione; intanto - spiega l’ingegnere - per il parcheggio adiacente al cantiere della Sesta Porta, uno dei primi interventi, partiranno nei prossimi mesi i lavori di ristrutturazione e riadattamento alla strutturazione futura dell’area".

La questione principale rimane comunque il People Mover, per il quale, spiega il segretario generale del Comune, la dottoressa Angela Nobile, "entro la fine di febbraio provvederemo all’assegnazione dopo la valutazione delle due offerte delle aziende specializzate che hanno risposto al bando".

"Sarà fondamentale lavorare ad un progetto complessivo di destinazione per la stazione e le aree adiacenti - spiega l'assessore all'urbanistica Fabrizio Cerri - istituendo tavoli di lavoro per la valorizzazione di aree ed edifici non utilizzati, che coinvolgano Comune, Ferrovie dello Stato, Provincia e Regione, nonché un tavolo tra le Amministrazioni Regionale e Comunale sullo schema dell’Accordo di pianificazione. Una volta che avremo una visione comune sui punti e approfondito i temi - prosegue l’assessore - possiamo riprendere le cartografie fatte ed eventualmente intraprendere il percorso per avviare le procedure".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

People Mover avanti tutta: entro febbraio l'assegnazione dei lavori

PisaToday è in caricamento